Campania ristoratore

Campania, ristoratore a corto di camerieri 'assume' dei robot: il caso curioso a Sorrento

Il caso: in Campania un ristoratore si è dotato di robot-camerieri, in mancanza di personale umano

La difficoltà di reperire personale esperto per le strutture di ristorazione è nota. Imprenditori e ristoratori, grandi o piccoli, alle prese con una situazione dinanzi a cui mai si erano trovati in passato: nessuno più sembra voler lavorare come cameriere. Troppo faticoso? E' richiesta troppa disponibilità? Oppure la paga è troppo bassa? Chissà: fatto sta che oggi reperire organico per un ristorante è diventata l'attività principale, la più impegnativa di un titolare. E c'è chi si sta attrezzando diversamente, come questo ristoratore di Sorrento intervistato da Mattino Cinque.

Campania, ristoratore di Sorrento non trova camerieri disposti a lavorare. La soluzione? Assumere dei robot: il caso curioso

Questo ristoratore, raggiunto poco fa dall'inviato della trasmissione mattutina di Canale 5, ha spiegato il perché di questa scelta. "Purtroppo è diventato difficile un po' per tutte le strutture, almeno della penisola sorrentina, trovare personale che abbia tempo disponibile per questo lavoro". E quindi, la soluzione è stata quella di 'assumere', si fa per scherzare, dei robot-camerieri. Macchine dotate di diversi vassoi, su cui il cameriere vero e proprio (quello umano, in carne ed ossa, per intenderci) poggia i piatti sporchi. Basta digitare il comando sullo schermo del robot, e lui si dirige in cucina, dove consegna le stoviglie agli addetti alla pulizia. 

Campania ristoratore
L'inviato di Mattino Cinque mostra i due robot-camerieri 'assunti' dal ristoratore di Sorrento.

 

Questo strumento tecnologico di cui il ristorante sorrentino si è dotato serve a "dare supporto al personale che già è presente in struttura". Si tratta di un ristorante molto grande, in cui le distanze da coprire sono importanti. Basti pensare che solo la terrazza da cui avviene il collegamento è larga più di 200 metri, e d’estate è sempre molto pieno di clienti. "Al momento li usiamo solo per lo sbarazzo: si mettono i piatti sporchi e li si mandano al lavaggio. Un cameriere dà i comandi, e il robot esegue", spiega il ristoratore intervistato da Mattino Cinque. Dopo che l’operatore ha rimosso la roba dal carrello, ecco che il robot ritorna nella posizione che gli viene assegnata.   

LEGGI ANCHE >>> Lombardia, ristoratore a corto di camerieri: "Cosa mi chiedono sempre al colloquio"