"Ho bevuto un drink e mi è salita la febbre: cosa c'era dentro", l'esperienza del turista italiano in India

"Ho bevuto un drink e mi è salita la febbre: cosa c'era dentro", il racconto del turista italiano in India

Un travel blogger e turista italiano in India ha condiviso la sua esperienza: cosa c'era nel drink che gli ha fatto salire la febbre.

L'India è un Paese unico e affascinante. Culla di una cultura antichissima, L'India, con circa 1,5 miliardi di abitanti, è il Paese al mondo per numero di abitanti. Qui, convivono persone appartenenti a strati sociali opposti. Non a caso l'India, come tanti Paesi in via di sviluppo, è piena di contrasti. Imprenditori super ricchi e persone appartenenti alle caste impure, scarti della società, si incrociano spesso per strada.

L'India, inoltre, ha anche una cultura enogastronomica del tutto particolare. Qui, le norme igienico-sanitarie non sono sempre rispettate e, per questo, i turisti devono stare sempre molto attenti quando visitano l'India. Il rischio di avere problemi gastrointestinali dopo aver mangiato o bevuto qualcosa è molto alto. Anche Luca Carfora, un travel blogger italiano, si è sentito male dopo aver bevuto un drink. Però, forse, nel suo caso, la colpa è da imputare esclusivamente a lui stesso. Infatti, gli amici locali lo avevano desistito dal bere quella bevanda.

"Ho bevuto un drink e mi è salita la febbre: cosa c'era dentro", il racconto del turista italiano in India
La bevanda italiana assaggiata dal turista italiano in India

Febbre in India: cosa c'era nel drink dell'italiano

In un video condiviso sui social, Luca ha raccontato la sua disavventura con un particolare drink tipicamente indiano. L'italiano stava facendo volontariato in una città indiana e gli amici gli hanno raccontato che, lì. è possibile bere un drink illegale in tutto il resto dell'India. Si tratta del bhang lassi. Il lassi è una bevanda tradizionale indiana fatta con yogurt, spezie e acqua. In questa particolare variante, vengono aggiunte le foglie di marijuana tritate. "Io non so se è stato quello, qualcosa che ho mangiato, i 40°C, però dopo due ore che l'ho bevuto, non capivo più niente", rivela Luca. L'italiano, quindi, ha anche spiegato che i suoi amici gli avevano sconsigliato di berlo ma lui non ha saputo resistere.

Quasi sicuramente, la febbre è stata causata dagli effetti delle sostanze stupefacenti sull'organismo di Luca. Ovviamente, il nostro consiglio è evitare di provare sostanze del genere. Anche perché si potrebbero avere problemi con la legge. Dopotutto, la vendita e il consumo di marijuana in India sono illegali. Un'altra ragazza italiana, nei commenti al video, ha rivelato di aver bevuto questa sostanza. "Non sono riuscita più a camminare dalle 11 di mattina fino alle 7 di sera, non riuscivo neanche a tenere qualcosa in mano. Mi hanno preso in braccio portato sotto la doccia ma niente. Paralizzata completamente", ha raccontato sui social.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Luca Carfora (@lucafreetravel)

LEGGI ANCHE: India, turista italiano mostra come si vende il pollo e indigna gli italiani, ma un dettaglio mette a tacere la polemica