Piemonte, il più grande Luna Park d'Italia apre i battenti: tutto quello che c'è da sapere

piemonte luna park

Piemonte, è aperto al pubblico fino al 3 marzo il più grande Luna Park d'Italia: a Torino, in occasione del Carnevale. Tutto quel che c'è da sapere

Il Carnevale, una delle festività più colorate e vivaci d'Italia, trova una delle sue espressioni più autentiche nel Carnevale di Torino. Questa festa, radicata nella storia e nella cultura italiana, si rinnova ogni anno, portando gioia e festeggiamenti nelle strade della città.
Quest'anno, il cosiddetto Carlevè ‘d Turin dà il via alla stagione del Carnevale con una tradizionale sfilata. Al via domani, domenica 28 gennaio, al Parco della Pellerina.

Questo luogo, noto per la sua bellezza naturale, si trasforma per l'occasione nel più grande Luna Park d'Italia, che resterà aperto fino al 3 marzo. Con oltre 120 attrazioni e mille iniziative, il Luna Park ha offerto divertimento sia per adulti che per bambini.

La sfilata avrà inizio alle 15:00, e si svilupperà lungo il percorso che circonda il Luna Park. Gli orari di apertura del parco variano: dalle 15:30 alle 19:00 e dalle 21:00 alle 23:00 nei giorni feriali, e dalle 10:30 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 23:00 nei giorni festivi. Durante la sfilata, sarà possibile ammirare una varietà di gruppi carnevaleschi, folkloristici e majorettes, oltre a ballerine e personaggi amati dai bambini. Inoltre, sono state presenti le Maschere ufficiali dei Carnevali del Piemonte e della Valle d’Aosta, guidate dalle iconiche figure di Gianduja e Giacometta del Carlevè ‘d Turin.

piemonte luna park (1)

Piemonte, il Luna Park più grande d'Italia è a Torino

Per evitare la sovrapposizione con altre manifestazioni carnevalesche locali, quest'anno è stato deciso di dare più spazio ai gruppi e alle maschere, che hanno sfilato lungo Corso Regina Margherita, Corso Lecce e Corso Appio Claudio. Questa decisione ha permesso una maggiore partecipazione e visibilità per i diversi gruppi culturali e artistici.

Gianduja e Giacometta, i personaggi ufficiali del Carnevale torinese, sono stati accolti lo scorso venerdì, 26 gennaio, a Palazzo di Città dal sindaco Stefano Lo Russo. Il sindaco ha sottolineato l'importanza di queste figure, simboli di una tradizione che affonda le sue radici nella storia torinese. Il primo cittadino ha inoltre evidenziato la necessità di preservare e rinnovare queste tradizioni, sottolineando il loro valore per la comunità e la città.

Durante la sfilata, è stato promosso anche il progetto di ripristinare la tradizione della realizzazione dei carri allegorici e dei costumi nei Borghi cittadini, un'iniziativa che era molto popolare fino agli anni '80. Il progetto mira a riscoprire i personaggi e le maschere locali, coinvolgendo circoli, scuole e realtà del territorio, con un focus particolare sull'ecologia e sulla sostenibilità dei materiali.