giovedì, Agosto 18, 2022
HomeCronaca e PoliticaStrage di Bologna, Unomattina Estate ricorda così una delle pagine più dolorose...

Strage di Bologna, Unomattina Estate ricorda così una delle pagine più dolorose della storia italiana

Ricordata così la strage di Bologna a Unomattina Estate dalla conduttrice Maria Soave. Ecco le sue parole sul tragico episodio.

Il programma è la versione estiva del programma Unomattina che in onda dal 1992 su Rai 1 tiene compagnia a tutti i telespettatori del palinsesto Rai. In onda dal lunedì al venerdì alla conduzione ci sono Massimiliano Ossini e a Maria Soave. Il programma dovrebbe essere una versione un po' più leggere del programma Unomattina. I vertici della Rai hanno infatti pensato che nel periodo estivo il pubblico inevitabilmente cambia e cercano di intrattenere il pubblico, prettamente anziano e femminile, con argomenti più leggeri non rinunciando comunque a fornire informazioni tra un momento di intrattenimento e l'altro. Oggi però nonostante si cerchi di mantenere questo clima leggero nella conduzione non  hanno potuto non ricordare un triste episodio che ha colpito l'Italia esattamente 42 anni fa.

Le parole di Maria Soave riguardo la strage di Bologna. Ecco cos'ha detto la conduttrice

La strage di Bologna avvenuta nel 1980 è un anniversario dolorosissimo della pagina della storia italiana. A causa di un petardo esploso nella stazione centrale del capoluogo dell'Emilia Romagna sono rimaste senza vita ben 85 persone. Maria apre la trasmissione e prima ancora di dare il via al programma in compagnia di Massimiliano Osetti ricorda che oggi " È un anniversario molto importante per l'Italia". Immediatamente vengono trasmesse sui led le immagini della strage di 42 anni fa che secondo la conduttrice ci riportano indietro nel tempo. La città, così come mostrano nelle clip, era in preda al caos generato dalla paura che ha causato la morte di ben 85 persone e moltissimi feriti. Se ne contano circa 200.

Panico anche negli ospedali che non erano pronti ad accogliere e a gestire quel via vai di gente in cerca di soccorso. Le ambulanze non sono bastate per trasportare tutti i feriti ecco perché in caso estremo è stato deciso di utilizzare anche un autobus di linea. Come ricorda Maria la vittima più piccola era una bambina di soli tre anni. Oltre lei anche altri sette bambini quel giorno di 42 anni fa hanno perso la vita. Maria ha poi annunciato che oggi alle 10:30 ci sarà una commemorazione proprio per le 85 vittime. Anche le autorità si recheranno all'ala ovest della stazione dove all'epoca era stata adibita una sala d'aspetto per i feriti e per le persone che purtroppo non sono riusciti a sopravvivere al terribile episodio. Prima che il collegamento terminasse i due conduttori hanno mostrato le lancette dell'orologio della stazione che sono rimaste ferme alle alle 10:25.

LEGGI ANCHE: Avete mai visto la figlia di Eleonora Daniele? È biondissima come lei!