mercoledì, Maggio 18, 2022
HomeNotizie TV"Sono morto", il dramma di Marco Columbro: dopo il coma la sua...

"Sono morto", il dramma di Marco Columbro: dopo il coma la sua vita è cambiata per sempre

Marco Columbro sarà stasera ospite al Maurizio Costanzo Show: non tutti conoscono la storia dell'ex conduttore, che purtroppo ha vissuto momenti davvero strazianti. La verità sul suo passato.

Marco Columbro è un attore e conduttore televisivo italiano. Insieme a Lorella Cuccarini, per anni, ha formato una delle coppie più belle ed è ricordato da tutti come dei volti più apprezzati del piccolo schermo. Questa sera tornerà dopo tanti anni in tv, al Maurizio Costanzo Show, dove avrà modo di raccontare la sua storia. Per chi non lo sapesse, dopo anni di grandi successi, Marco Columbro è scomparso dagli schermi televisivi dopo la malattia che lo ha tenuto in coma per molto tempo. Ecco cosa ha raccontato.

Marco Columbro svela: "Sono stato dimenticato..."

La presenza di Marco Columbro in tv dalla fine degli anni '80 e per tutti gli anni '90 era diventata fondamentale. Il conduttore ha partecipato a numerose trasmissioni televisive, come Buona Domenica, Paperissima, la fiction Caro Maestro, lavorando al fianco di Lorella Cuccarini, Sandra Mondaini, Simona Izzo, Elena Sofia Ricci e tantissimi altri.

Purtroppo, a causa di aneurisma cerebrale, Marco Columbro nel 2001 viene ricoverato in ospedale, dove resta in coma per un po' di tempo. Ripresosi dalla malattia, nell’autunno del 2002 sostituisce Teo Teocoli in Paperissima, affiancando Natalia Estrada. Nello stesso anno prende parte come protagonista alla situation comedy Ugo, prodotta nel 2002, affiancato da Barbara D’Urso; mentre nel 2003 torna in coppia con Lorella Cuccarini conducendo su RAI1 un’edizione di Scommettiamo che…? ma con scarsi risultati di ascolto.

Dopo quelle apparizioni, la sua carriera cade in un baratro e da allora pare essere stato dimenticato dal mondo dello spettacolo. Proprio qualche anno fa, Columbro parla di questo periodo in un'intervista con Repubblica, dove dice: "Sono stato in coma 25 giorni, ricordo che sono svenuto in albergo, mi sono svegliato dopo un mese in sedia a rotelle in un centro di riabilitazione. Uscire dal coma è stata una rinascita, devi riapprendere le cose che sembravano acquisite. Dopo la malattia per la televisione sono morto. Mi sono dedicato al teatro, della mia azienda di biologico e del mio resort in Toscana"

E poi continua: "Ho avuto come maestro Dario Fo, ho lavorato con lui e Franca Rame, ma non ho tradito il teatro perché con quello non vivevo. Lorella Cuccarini? Iniziai una trasmissione con lei, voleva che ballassi ma non ero capace. Disse: ‘Non ti preoccupare’. Beh Lorella mi massacrava, otto ore in sala prove. Da lì nacque il nostro sodalizio, ci siamo divertiti molto e Antonio Ricci decise di fare ‘Paperissima’"

Columbro ha però apprezzato il suo pubblico che, nonostante i tanti anni di assenza, ancora lo ferma per strada e gli dimostra il grande affetto che prova per lui: "La gente ancora mi ferma quando mi incontro e mi dice: ‘Signor Columbro come sta? L’ho vista in televisione’. E io rispondo: ‘Ma cosa fuma? Sono 15 anni che non vado in tv’, questo affetto che il pubblico ancora mi dona è una cosa che da una parte mi stupisce e dall’altro mi fa un gran piacere"

Leggi anche >>> Amici 21, Lorella Cuccarini adotta un pesante provvedimento verso Luigi Strangis: i motivi

Articoli Recenti