Antonio Pistone ascensore

Catania, Antonio muore mentre aggiusta l'ascensore: schiacciato dall'impianto, aveva 31 anni

Un'altra drammatica morte sul lavoro. A Catania, Antonio Pistone è morto schiacciato dall'ascensore che stava aggiustando, dopo che una donna era rimasta incastrata al suo interno

Un’altra morte sul lavoro sconvolge l’Italia. La vittima aveva 31 anni, e si chiamava Antonio Pistone. La tragedia si è consumata ad Aci Sant’Antonio, piccolo comune in provincia di Catania. Il ragazzo si stava occupando della manutenzione dell’ascensore di un condominio, dopo che una donna ne era rimasta bloccata all’interno. Dall’edificio era quindi partita la telefonata alla ditta proprietaria dell’ascensore, che ha quindi mandato sul posto il 31enne. Stando a una prima ricostruzione, Pistone era al lavoro per far ripartire il mezzo e liberare, così, la donna rimasta intanto in attesa. 

Le indagini chiariranno che cosa è andato storto. Fatto sta che, per motivi da accertare, mentre il manutentore si trovava tra l’ascensore e le pareti della cabina, l’impianto è improvvisamente ripartito. Il 31enne è quindi rimasto schiacciato. Purtroppo per lui non c’è stato niente da fare: molto difficile anche l’intervento dei vigili del fuoco, allertati dai presenti che non hanno potuto far nulla per liberare Antonio. All’arrivo dei caschi rossi, il ragazzo era già morto: per liberarlo i pompieri hanno dovuto eseguire un delicatissimo intervento.  

Antonio Pistone ascensore (1)
Antonio Pistone

Catania, Antonio Pistone ucciso dall'ascensore: la tragedia ad Aci Sant'Antonio

Una scena agghiacciante quella a cui ha assistito la signora che si trovava all’interno dell’ascensore, che ha assistito alla morte del povero manutentore senza poterlo aiutare in alcun modo. La donna, quando finalmente è stata liberata dai Vigili del Fuoco, è stata trovata in stato di forte shock psicologico. Per fortuna non ha subito alcuna conseguenza fisica dall’incidente in cui è rimasta coinvolta. La donna è stata quindi affidata ai sanitari del 118, intervenuti sul posto insieme ai Vigili del Fuoco.

Bisognerà ora chiarire che cosa sia successo con esattezza, che cosa ha causato l’orribile morte per schiacciamento di Antonio Pistone. Se si sia trattato solo di una fatalità, o se non sussistevano le condizioni per un’operazione in piena sicurezza. Sul profilo social di Antonio si accumulano, intanto, decine e decine di messaggi di cordoglio e dolore di amici e parenti sconvolti dalla scomparsa improvvisa di un ragazzo, morto mentre svolgeva il suo lavoro. Antonio adorava ballare: sul suo profilo tanti video e scatti dalle serate in compagnia degli amici, nei locali più frequentati della movida catanese. 

LEGGI ANCHE >>> Napoli, incidente al molo Beverello: nave impatta sulla banchina, decine di feriti