Friuli-Venezia Giulia borgo (1)

Friuli-Venezia Giulia, l'incantevole borgo dalle casette di legno: gioiellino delle Dolomiti

Friuli-Venezia Giulia, il bellissimo borgo dalle casette di legno: benvenuti a Sappada

L'Italia è una terra di meraviglie nascoste, ognuna con una storia da raccontare. Tra queste, i borghi storici rappresentano delle vere e proprie gemme incastonate nel cuore del paese, luoghi dove il tempo sembra essersi fermato. Sappada, situato nelle valli dolomitiche del Friuli-Venezia Giulia, è un esempio perfetto di come storia, cultura e natura si intreccino per creare un'atmosfera unica, capace di incantare ogni visitatore.

Questo piccolo borgo, con meno di 1500 abitanti, si trova a 1250 metri sul livello del mare, custodito da imponenti massicci dolomitici. La sua origine risale a mille anni fa, quando gruppi di famiglie dalla vicina Austria si insediarono in queste terre ricche di pascoli, boschi di conifere, laghetti alpini e cascatelle, rendendo Sappada una località turistica apprezzata, ma non ancora sopraffatta dal turismo di massa.
Caratterizzate da un'architettura unica, le case in legno di Sappada rispecchiano una tradizione che affonda le radici nella cultura nordica, costituendo un patrimonio architettonico di inestimabile valore. Ogni angolo di questo borgo racconta una storia, dalle chiese e cappelline rupestri, testimoni dell'antica devozione della popolazione, fino all'Orrido dell’Acquatona, meraviglia naturale scavata dal Piave nel corso dei millenni.

Friuli-Venezia Giulia borgo (2)
Una nostra riproduzione di Sappada, realizzata con l'Intelligenza Artificiale


Friuli-Venezia Giulia, il borgo di Sappada: gioiello delle Dolomiti

Il borgo di Sappada si distingue per la sua capacità di preservare un legame profondo con il passato. La lingua tedesca, ancora parlata da molti abitanti, riflette le sue origini germanofone e contribuisce a creare un'atmosfera d'altri tempi. Nonostante gli eventi storici, come le battaglie della prima guerra mondiale che hanno segnato la sua storia, Sappada ha saputo mantenere intatta la sua identità. Le costruzioni tipiche, con le loro facciate adornate di coloratissimi gerani durante l'estate, invitano a esplorare Sappada Vecchia e Cima Sappada, dove l'antica tecnica del blockbau testimonia l'abilità e la sapienza costruttiva degli abitanti.

La vita a Sappada è un intreccio di tradizioni e momenti di festa che animano il borgo durante tutto l'anno. Il carnevale, con la sua divisione in festività per i poveri, i contadini e i signori, richiama un passato lontano e si manifesta attraverso la figura del “rollate”, personaggio mascherato che attraversa le vie del paese. La musica e le danze del gruppo folcloristico Holzhockar, invece, raccontano la vita quotidiana di un tempo, arricchendo le feste con un fascino autentico.

La natura che avvolge Sappada offre scenari mozzafiato e ospita una ricca biodiversità, con specie animali come marmotte, camosci e l'aquila del Bonelli, simboli di un ambiente ancora selvaggio e puro. Questi paesaggi, unitamente all'ospitalità dei rifugi e delle baite, rendono il borgo una meta imperdibile per chi cerca un'esperienza autentica, lontana dalle rotte turistiche tradizionali.
In conclusione, Sappada rappresenta un angolo di paradiso dove storia, cultura e natura si fondono in un'armonia perfetta. Un viaggio a Sappada non è solo una fuga dalla quotidianità, ma un'immersione in un mondo dove il passato e il presente dialogano costantemente.

LEGGI ANCHE >>> Piemonte, il mini borgo di 47 abitanti incastonato tra due verdi vallate: aria purissima