Roma metro A, dito puntato contro il Comune: "Utenti disorientati"

metro a roma gualtieri

Roma metro A, la denuncia dell'associazione TUTraP-APS: "Il Sindaco e gli Assessori dicano la verità agli utenti del trasporto pubblico di Roma"

Che il tema dei trasporti pubblici a Roma non sia proprio felice, lo sa tutta Italia. Qualche disservizio di tanto in tanto potrebbe anche passare, ma il quotidiano malumore che aleggia tra l'utenza capitolina la dice lunga sul servizio offerto ai passeggeri. Ogni giorno realmente alle prese con una scommessa: arriverò in tempo a destinazione? Il treno passerà puntuale, o capiterà qualcosa di imprevisto che farà saltare tutti i piani? La variabile è sempre impazzita, con Atac che non gode proprio di ottima reputazione.

Poi, se ci si mette pure l'amministrazione a confondere le idee, le cose potrebbero ulteriormente peggiorare. Ci riferiamo all'odierna denuncia mossa dall'associazione TUTraP-APS nei confronti del sindaco Roberto Gualtieri, il quale, a detta dell'associazione che tutela il passeggero romano, avrebbe riferito inesattezze relative alla metro A di Roma.

TUTraP-APS non ci gira troppo intorno, e parla di veri e propri "fallimenti comunicativi" che stanno segnando l'attuale amministrazione capitolina in tema di mobilità e di trasporti pubblici.
L'ultimo argomento della discordia sarebbero le recenti dichiarazioni che il primo cittadino avrebbe rilasciato sulla sperimentazione MaaS, sui lavori sulle linee tranviarie e sulla manutenzione delle metropolitane. "Sono state rilasciate informazioni che alla prova dei fatti si sono rivelate quantomeno inattendibili. E ciò è avvenuto durante un lasso di tempo che copre praticamente due anni", denuncia  TUTraP-APS.

Roma metro A, l'associazione TUTraP-APS contro il sindaco Gualtieri: "Utenti disorientati"

L'Associazione si riferisce al messaggio che Gualtieri ha diffuso su Instagram lo scorso 5 dicembre, e in un altro video pubblicato su X il 12 dicembre. Il primo cittadino aveva comunicato il termine dei lavori di sostituzione dei binari dalla stazione Anagnina fino a quella di Ottaviano della metro A. "Abbiamo ormai finito, siamo in dirittura d'arrivo su questa sostituzione dei binari fino a Ottaviano. La metro riaprirà anche la sera, non chiuderà alle 9. Siamo molto contenti, ci è voluto molto, ma in questi 18 mesi abbiamo sostituito tutti i binari della metro A che erano scaduti dal 2009, e che nessuno aveva sostituito. E che quindi si rompevano in continuazione. L’ultimo tratto da Battistini a Ottaviano richiederà una chiusura, ma solamente per pochi mesi, d’estate". Queste le dichiarazioni di Gualtieri. 

metro a roma gualtieri 2
Il sindaco Roberto Gualtieri_Fonte: profilo Instagram Gualtieri

"Nella realtà", dice TUTraP-APS, "come spiegato dai dirigenti Atac durante una seduta della commissione Mobilità del 17 gennaio, la sostituzione di binari e traversine si è fermata alla stazione Spagna. Il rischio, dunque, è di arrivare al Giubileo senza aver completato gli interventi. Per scongiurarlo, è probabile che la linea A subirà nuovi stop totali durante i mesi estivi. Tali errate o incomplete comunicazioni ingenerano un clima di sfiducia negli utenti oltre a rendere loro difficile la pianificazione degli spostamenti".

L'associazione denuncia come l'utenza stia vivendo un "grave disorientamento", causato proprio da una comunicazione istituzionale "frammentaria, contraddittoria, ai limiti dell'inganno". Accuse piuttosto pesanti, con il presidente di TUTraP-APS che dichiara: "Non fa onore alle istituzioni e alle persone che guidano l'amministrazione diffondere informazioni che disorientano gli utenti. Non solo si dimostra una preoccupante incapacità gestionale, ma si ignorano i fondamentali principi di trasparenza, di lealtà e di coerenza nel rapporto tra istituzioni e cittadini". Se questa è la strada, conclude Quinzi, una fiducia dei cittadini verso l'amministrazione appare complicata.

LEGGI ANCHE >>> Roma, auto scassinata per un paio di calzini: "Vile atto di sfregio"