strisce pedonali (2)

Roma, la truffa delle strisce pedonali: si butta sulle macchine in corsa per spillare soldi agli automobilisti (che però non sono da meno)

Roma, sulle strisce pedonali per spillare soldi agli automobilisti: il truffatore incastrato da un video

"Non sanno più a cosa attaccarsi pur di rubare soldi alle persone", scrive, sconsolata, una ragazza, nel commentare il caso che arriva da Roma, di cui vi diamo notizia. Un uomo, sembrerebbe piuttosto giovane, che (probabilmente) fingendo di parlare al telefono, sosta, senza attraversare la strada, nei pressi delle strisce pedonali. Siamo in zona don Bosco, e il soggetto in questione viene ripreso in un video da un residente della zona che ha assistito alla scena e ha filmato tutto dalla finestra di casa. Il pedone, quindi, reggendo in una mano un borsello e nell'altra il telefono che tiene fisso all'orecchio, si attarda dinanzi a questo attraversamento pedonale, senza, però, decidersi a superarlo.

A una prima impressione sembrerebbe quasi che l'uomo sia spaventato dalle auto, o come impossibilitato a raggiungere, finalmente, l'altro lato del marciapiedi. Ma così non è, e lo si realizza dopo qualche secondo. Nel video in questione, infatti, pubblicato dalla pagina Instagram Welcome to Favelas, si capisce come in realtà questo trentenne con in testa un berretto, altro non sia che un truffatore. Che attende su quelle strisce pedonali il pollo da spennare: l'uomo si butta sulle macchine che passano, così da chiedere soldi agli automobilisti che, scrupolosi, si fermano per assisterlo. Anche se non hanno colpa alcuna. O, almeno, non del tutto.

strisce pedonali

Roma, truffa sulle strisce pedonali: ma a sbagliare sono anche gli automobilisti

Come notato da molti utenti, infatti, la dinamica è retta da due comportamenti scorretti. Non solo il truffatore, che nella vicenda ricopre, com'è ovvio, un ruolo da protagonista, ma anche chi è al volante non brilla per correttezza. Le macchine riprese nel video, infatti, non rallentano mai dinanzi alle strisce pedonali, in barba al codice della strada. Un commento utile è quello trascritto da un utente, e che vi riportiamo: "Basterebbe fermarsi, come da codice della strada, e questa persona non avrebbe senso di esistere. Invece due auto su due sono passate senza manco rallentare, e con il pedone con i piedi già sulle strisce. Gli automobilisti non sono da meno..". Gli fa eco più di un utente: "Tecnicamente quando si vede uno al ciglio della strada bisogna fermarsilui è un truffatore, è ovvio, ma se la gente seguisse il codice della strada questo sarebbe evitato".

Se il pedone truffaldino è da condannare (e, magari, da denunciare), dalla parte del torto ci sono, perciò, anche quelli che non rallentano. Comportamento da condannare assolutamente.

LEGGI ANCHE >>> Incidenti stradali, dati paurosi da inizio 2024. L'Associazione Familiari Vittime della Strada: "La sicurezza è una questione culturale"