Roma, rapina a mano armata alle Poste di Grottarossa: le forze dell'ordina alla ricerca dei due ladri

Roma, rapina a mano armata alle Poste di Grottarossa: le forze dell'ordina alla ricerca dei due ladri

Questa mattina, alle Poste di Via Grottarossa 56,a Roma, due ladri hanno messo a segno una rapina e sono attualmente in fuga: tutti gli aggiornamenti.

Una normale mattina di lavoro e servizi si è trasformata in un incubo per i dipendenti e i clienti dell'ufficio postale sito a Roma, in via Grottarossa, al civico 56. Due ladri con il volto coperto dalle mascherine chirurgiche e armati di pistola hanno fatto irruzione nell'ufficio postale poco dopo l'apertura e hanno letteralmente seminato il panico. I due malviventi, minacciando i presenti con le armi da fuoco, sono riusciti a svaligiare le casse dell'ufficio postale e a darsela a gambe. Secondo diverse indiscrezioni, la rapina non ha causato feriti tra i clienti e i dipendenti delle Poste.

Questo ufficio postale sembra essere maledetto. Si tratta, infatti, della seconda rapina nell'arco di meno di un anno. A novembre scorso l'ufficio postale di Via Grottarossa era già stato preso di mira dai malviventi. Attualmente, i due malviventi sono ancora in fuga con un bottino la cui entità è ancora da verificare e le forze dell'ordine sono sulle loro tracce.

Roma, rapina a mano armata alle Poste di Grottarossa: le forze dell'ordina alla ricerca dei due ladri
Non è chiaro a quanto ammonta il bottino della rapina

Rapina alle Poste a Roma: l'intervento delle forze dell'ordine

Gli agenti delle forze dell'ordine sono giunti sul luogo della rapina quando i malviventi avevano già abbandonato la scena e si erano dati alla fuga. All'ufficio postale di Grottarossa, non appena ricevuto l'allarme, sono giunti i Carabinieri della Stazione di Roma Tomba di Nerone e del Nucleo Operativo della Compagnia di Roma Trionfale. Un fascicolo d'indagine è stato aperto sull'accaduto ma la priorità degli agenti delle forze dell'ordine, in questo momento, è fermare i malviventi.

Per questo motivo, i carabinieri hanno disposto diversi posti di blocco nell'area circostante l'ufficio postale nel tentativo di braccare i malviventi. La situazione, quindi, è in divenire e le prossime ore saranno fondamentali per riacciuffare i banditi prima che riescano ad allontanarsi dalla zona. Da questo punto di vista, sono di fondamentale importanze anche le testimonianze delle persone che hanno assistito alla rapina. Qualsiasi minimo dettaglio sull'aspetto esteriore dei malviventi e sull'auto usata per scappare via potrebbe essere cruciale per fermare la fuga dei banditi. Gli agenti hanno acquisito anche i filmati delle videocamere di sorveglianza. Durante la rapina del novembre scorso, i malviventi riuscirono a derubare circa 200.000 euro e non furono mai acciuffati. La speranza è che questa volta gli agenti delle forze dell'ordine riescano a fermare i ladri e consegnarli alla giustizia, affinché possano rispondere dei loro reati davanti alla legge.

LEGGI ANCHE: Truffe agli anziani, nonna Giulia è più furba dei ladri: li fa arrestare trattenendoli al telefono