Assegno di inclusione

Assegno di inclusione, attenzione a questa data: nuovi pagamenti in arrivo, ma solo con un requisito

C'è un'importante data da tenere d'occhio per i beneficiari dell'Assegno di inclusione: è quella del 15 marzo 2024. Ecco il motivo comunicato dall'INPS.

Ha fatto molto discutere, nei mesi scorsi, l'abolizione completa del Reddito di Cittadinanza. Il Governo Meloni, infatti, ha messo fine allo strumento di sostegno al reddito dei cittadini introdotto nel 2019 dal primo Governo Conte. Lo strumento è stato abolito totalmente a partire da gennaio 2024. Contestualmente, però, con l'inizio dell'anno in corso è stata istituita una nuova misura. Il nuovo beneficio ha come obiettivo quello di sostenere economicamente e socialmente i nuclei familiari in difficoltà: stiamo parlando dell'Assegno di inclusione.

L'Assegno di inclusione è riconosciuto ai nuclei familiari in cui è presente almeno un componente con disabilità, minorenne, con almeno 60 anni di età o in condizione di svantaggio. Esistono poi altri requisiti riguardanti cittadinanza, residenza e soggiorno, requisiti soggettivi, economici e patrimoniali. L'importo accreditato arriva fino a 6.000 euro annui (aumentato a 7.560 euro in alcuni casi), a cui si può aggiungere anche un contributo per l'affitto. Il beneficio è erogato ogni mese per un periodo non superiore a 18 mesi e può essere rinnovato per ulteriori 12 mesi.

Assegno di inclusione, cosa succederà il 15 marzo 2024

Calendario dei pagamenti INPS
Il calendario dei pagamenti comunicato dall'INPS

A proposito dell'Assegno di inclusione, in questi giorni, c'è ancora tanta confusione riguardante sia la domanda che le date dei pagamenti. A fare chiarezza ci ha pensato lo stesso Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (INPS), che ha pubblicato un calendario dei pagamenti. A partire dal 27 febbraio 2024, infatti, l'INPS ha disposto il pagamento della mensilità di febbraio 2024 per chi ha già ricevuto il pagamento del 26 gennaio o del 15 febbraio, ovvero per i cosiddetti rinnovi. La prossima data da cerchiare in rosso sul calendario, ora, è quella del 15 marzo 2024.

Il 15 marzo 2024, infatti, è una data importante per coloro che dovranno percepire l'Assegno di inclusione per la prima volta. A partire da quel giorno, sarà disponibile presso l'Ufficio postale, per chi ha ricevuto l'SMS di conferma, la carta di inclusione con la disponibilità dell'importo assegnato. Potrà ritirare la carta di inclusione il 15 marzo solo chi ha presentato la domanda entro il mese di febbraio e ha sottoscritto entro lo stesso mese il Patto di attivazione digitale. Coloro che hanno avuto regolarmente il pagamento a gennaio e coloro che invece hanno avuto il pagamento il 15 febbraio, riceveranno invece la ricarica mensile mercoledì 27 marzo.

LEGGI ANCHE: Reddito di libertà, contributo da 400 euro al mese per le donne: come ottenerlo, la circolare dell'INPS