Emilia-Romanga, si fermano a mangiare nella locanda tipica: "Questo è lo scontrino, cosa abbiamo preso in 2 per 50 euro"

Emilia-Romagna, si fermano a mangiare nella locanda tipica: "Questo è lo scontrino, cosa abbiamo preso in 2 per 50 euro"

Una coppia ha mostrato sui social lo scontrino del pranzo in una locanda tipica in Emilia-Romagna: cosa hanno ordinato per 50 euro.

Nel cuore pulsante dell'Emilia-Romagna, tra le verdi colline che circondano Bologna, si nasconde un tesoro gastronomico e culturale poco conosciuto ai più: le locande tipiche. Queste oasi di tradizione culinaria offrono un'esperienza unica, dove il tempo sembra rallentare, permettendo di assaporare la vita e i piatti con la calma che solo i paesaggi bolognesi possono offrire. Il fascino delle locande risiede non solo nella qualità dei cibi, preparati secondo antiche ricette tramandate di generazione in generazione, ma anche nell'atmosfera accogliente e familiare che si respira tra i loro muri storici.

Mangiare in una locanda in provincia di Bologna significa immergersi in un viaggio culinario che va oltre il semplice atto del nutrirsi; è un'avventura che coinvolge tutti i sensi, dove ogni piatto racconta la storia della terra da cui proviene. I vantaggi di scegliere una locanda per il proprio pasto sono molteplici: dalla possibilità di gustare ingredienti locali freschi e di stagione, alla scoperta di piatti che sono veri e propri simboli dell'identità culinaria regionale, fino all'opportunità di vivere un momento di condivisione autentico, lontano dalla frenesia della vita moderna. Attraverso lo scontrino di una cena tipica presso una locanda bolognese, questo articolo si propone di guidare il lettore in un esplorazione del valore aggiunto che questi luoghi portano non solo alla gastronomia, ma al tessuto sociale e culturale della provincia di Bologna.

Lo scontrino della locanda in Emilia-Romagna

Antonella e suo marito, di ritorno dalla Toscana, si sono fermati a pranzare in una locanda in provincia di Bologna, nei pressi di Pian del Voglio. In due hanno speso ben 50 euro, ovvero 25 euro a testa. Ma cosa hanno ordinato? Antonella ha spiegato sui social che, appena seduti a tavola, hanno già trovato una parte degli antipasti: ricotta e cipolle agre, salumi misti e una bottiglia d'acqua da 1,5 litri. Poi, hanno ordinato dei crostini con i funghi e una porzione di funghi freschi con olio, grana e prezzemolo.

Emilia-Romanga, si fermano a mangiare nella locanda tipica: "Questo è lo scontrino, cosa abbiamo preso in 2 per 50 euro"
Le foto dei primi e del secondo della locanda in Emilia-Romagna

A seguire, i due commensali hanno optato per una tipica tagliatella al ragù e una lasagna. Il tutto accompagnato da 1 litro di vino bianco. Per secondo, invece, hanno ordinato due fettine arrosto accompagnate da patate al forno. Infine, Antonella e il marito hanno gustato anche 2 caffè. Insomma, 25 euro a testa per un pranzo tipico completo. A dimostrazione di quanto pagato hanno mostrato lo scontrino del pranzo e anche le foto dei piatti ordinati. Che ve ne sembra?

Emilia-Romanga, si fermano a mangiare nella locanda tipica: "Questo è lo scontrino, cosa abbiamo preso in 2 per 50 euro"
Lo scontrino della locanda in Emilia-Romagna

LEGGI ANCHE: Antonella Clerici a cena nella locanda immersa nel bosco: è una casa di caccia nascosta