Commerciante espone due cartelli di chiusura e apertura che contraddicono l'un l'altro: il risultato è imbarazzante

Commerciante espone due cartelli di chiusura e apertura che contraddicono l'un l'altro: il risultato è imbarazzante

Per annunciare la chiusura e l'apertura del negozio, un commerciante ha affisso alla porta d'ingresso due cartelli che si contraddicono a vicenda.

In Italia, ogni commerciante, in base al tipo di negozio che possiede, chiude e apre in orari e giorni diversi. La maggior parte dei negozi è chiusa la domenica, ma i ristoranti, per esempio, sono aperti durante questo giorno festivo perché si lavora di più. Ci sono anche dei negozi che sono chiusi un particolare giorno della settimana. Per esempio, i barbieri, di solito, chiudono il lunedì. Dietro questo particolare giorno di riposo, si celano varie leggende.

Secondo una versione, per esempio, questa tradizione affonda le sue radici nel 1742 a Firenze. Proprio in quell'anno, nel capoluogo toscano, Vittorio Giani, un barbiere, assassinò una prostituta molto amata dal popolo. La polizia arrestò l'assassino che confessò di aver ucciso la donna con un rasoio. Il lunedì successivo, quindi, il barbiere fu impiccato in piazza. La folla era composta per lo più da colleghi che chiusero la bottega per assistere all'esecuzione della pena. Da quel momento, quindi, i barbieri continuano a chiudere i negozi e riposare proprio di lunedì. Secondo un'altra versione questa tradizione risale al fascismo. Il lunedì, infatti, era il giorno in cui il Duce si curava la barba e i capelli e i barbieri, in segno di ammirazione e vicinanza al dittatore, chiudevano i negozi.

I cartelli di chiusura e apertura del negozio che confondono i clienti

A prescindere dai giorni, ogni negozio è solito informare la propria clientela sull'apertura e la chiusura dell'attività con dei cartelli affissi sulla porta d'ingresso. Un commerciante italiano, tuttavia, ha miseramente fallito l'obiettivo. Infatti, ha esposto due cartelli che si contraddicono a vicenda e confondono ancora di più le idee dei clienti. Sulla porta del negozio, come testimonia la fotografia pubblicata dalla pagina Facebook Cartelli e Dintorni, sono presenti due cartelli. Il primo recita: "Tutti i lunedì aperto". Il secondo, invece: "Lunedì chiuso". 

E' lecito chiedersi, quindi, se il lunedì il negozio sia aperto o chiuso. I cartelli, che dovrebbero aiutare nella comunicazione con i clienti, non aiutano affatto. Forse il cartello più grande ha maggior valore. Per togliersi ogni dubbio, è meglio chiedere direttamente al commerciante all'interno del negozio. In ogni caso, questi due cartelli, sebbene siano molto divertenti, potrebbero infastidire i clienti più puntigliosi e spingerli a non frequentare più il negozio. Per evitare situazioni del genere, conviene sempre controllare i cartelli con gli avvisi per la clientela per evitare di fare brutte figure con i clienti.

Commerciante espone due cartelli di chiusura e apertura che contraddicono l'un l'altro: il risultato è imbarazzante
I due cartelli dal significato opposto esposti dal commerciante
Facebook / Cartelli e Dintorni

HAI VISTO ANCHE TU UN CARTELLO DIVERTENTE, PROVOCATORIO, IRONICO O PARTICOLARE? INVIA LA FOTO A posta@tuttonotizie.eu!

LEGGI ANCHE: Sicilia, nel bagno di un bar compare un minaccioso cartello per i clienti incivili: "Lasciare pulito perché..."