Abruzzo, il borgo termale con un percorso da trekking mozzafiato nella Valle dell'Orfento: da visitare in primavera

Abruzzo, il borgo termale da cui parte un percorso da trekking mozzafiato nella Valle dell'Orfento: da visitare in primavera

In Abruzzo esiste un borgo termale che offre la possibilità di fare un trekking incredibile nella Valle dell'Orfento: tutto quello che c'è da sapere.

L'Abruzzo è una delle regioni più affascinanti d'Italia. Non a caso, vanta 26 caratteristici centri abitati nella lista stilata dall'associazione I Borghi più belli d'Italia. Sono poche altre le regioni che hanno un numero così elevato di borghi in questo elenco esclusivo. Uno di questi borghi è Caramanico Terme. Questo paesino di circa 2.000 abitanti si trova nella Valle dell'Orfento, in provincia di Pescara, a circa 700 metri di altitudine.

Il paesino di Caramanico Terme è molto caratteristico. Camminare per i suoi vicoli acciottolati è un'esperienza unica. Una delle principali attrazioni turistiche di Caramanico Terme è l'abbazia di Santa Maria Maggiore che ha quasi 1.000 anni ma l'edificio religioso più importante è l'abbazia romanica di San Tommaso Becket. Come si può evincere dal nome stesso, Caramanico è meta privilegiata da chi cerca una gita all'insegna del relax e delle cure termali. Ma non solo. Questo borgo è anche la meta ideale degli amanti delle escursioni nella natura. 

Abruzzo, il borgo termale con un percorso da trekking mozzafiato nella Valle dell'Orfento: da visitare in primavera
Uno scorcio del sentiero da trekking che parte da Caramanico Terme

Il borgo termale e il trekking nella natura: la magia dell'Abruzzo

Caramanico Terme, infatti, sorge nella Valle dell'Orfento, un fiume che è possibile ammirare in tutta la sua bellezza attraverso un percorso di trekking completamente immersi nella natura. Lungo il percorso ad anello che parte da Caramanico e si conclude sempre a Caramanico per un totale di 3 km di trekking si possono incontrare affascinanti cascate, grotte e giochi d'acqua. Qui, la natura la fa da padrona. Dopotutto, siamo nel Parco Nazionale della Maiella. Il Sentiero delle Scalelle, adatto a tutti, dura circa 3 ore e regala emozioni uniche. L'unica difficoltà sta nelle rocce umide e scivolose che, in alcuni punti, richiedono una particolare attenzione.

E, una volta conclusa l'escursione, non c'è cosa più giusta da fare che fermarsi in un ristorantino e godersi la squisita cucina locale. Il cavallo di battaglia di Caramanico Terme è la pasta all'uovo fatta a mano al sugo di agnello. Da provare, anche, la squisita carne locale tra cui spicca il maiale nero e il cinghiale. Come non concludere una gita fuori porta a Caramanico Terme senza una nota di dolcezza. Qui, infatti, viene prodotto il miele più buono d'Italia. Stiamo parlando del millefiori della Maiella che un giuria ad hoc di assaggiatori ha decretato essere il migliore della Penisola. Insomma, i motivi per venire a visitare Caramanico sono più di uno. E tu, cosa aspetti a venire in questo fantastico e affascinante borgo?

@tanuleeta07

Caramanico Terme 🇮🇹 #abruzzo #waterfall #river #italia #italyvacation #relaxing #relaxingvideos #relaxvideos #beautifulplacesintheworld

♬ Glimpse (Slowed + Reverb) - Gabriel Albuquerqüe

LEGGI ANCHE: Calabria, il borgo dei limoni con il maestoso castello che domina la valle: da visitare tutto l'anno