Concorso pubblico Risorse per Roma

Concorso pubblico, si cercano 200 nuovi addetti a tempo indeterminato: basta la licenza media, come partecipare

Un nuovo concorso pubblico indetto da Risorse per Roma mira all'assunzione di 200 nuovi nuovi addetti con contratto a tempo indeterminato: per candidarsi basta la licenza media. I dettagli.

Nuove opportunità di lavoro in arrivo a breve. Nelle scorse ore, infatti, è stato indetto un concorso pubblico per prove e titoli per l'assunzione di almeno 200 nuovi lavoratori a tempo indeterminato. La platea degli interessati è molto ampia: il titolo di studio richiesto, infatti, è la licenza media inferiore (terza media). La società che ha indetto il concorso è Risorse per Roma SpA, interamente partecipata da Roma Capitale.

In particolare, il concorso è orientato all'assunzione di addetti al servizio ausiliari, addetti al servizio pulizie e addetti all'assistenza al trasporto scolastico. Le mansioni saranno le seguenti: ausiliariato e pulizia nei nidi, nelle scuola dell'infanzia di Roma, nelle sezioni ponte, nelle scuole d'arte e dei mestieri e centri di formazione professionale con part time minimo 20 ore settimanali (10 mesi su 12 con zero ore luglio e agosto); assistenza al trasporto scolastico riservato con part time minimo 15 ore settimanali per l'assistenza al trasporto scolastico (10 mesi su 12 con zero ore luglio e agosto).

Concorso pubblico, requisiti e graduatoria

Concorso pubblico per 200 nuovi addetti
Concorso pubblico per 200 posti a tempo indeterminato

Per la partecipazione al concorso ci sono dei requisiti di ordine generale, mentre l'unico di requisito di formazione è l'essere in possesso del titolo di studio di scuola media inferiore. La domanda va presentata entro il 26 aprile sul sito web di Risorse per Roma. Scaduto il termine per la presentazione delle domande, si procederà con le prove: è possibile un test preselettivo nel caso in cui le candidature superino le 5.000.

Per stilare la graduatoria ci sarà una valutazione dei titoli e una prova pratica di idoneità. La prima assegna un punteggio massimo di 30 punti: 24 per specifica esperienza lavorativa, 2 in caso di possesso di diploma di maturità, 2 per laurea vecchio ordinamento o laurea specialistica di II livello o laurea magistrale, 2 per corsi di specializzazione sull'assistenza alla disabilità. La prova pratica di idoneità assegna un massimo di 70 punti e consiste nel seguire attività riguardanti pulizia aule e aree comuni, pulizia bagni, altre attività, accoglienza e sorveglianza nei confronti degli alunni.

I vincitori del concorso sosterranno un periodo di prova. In caso di conferma si procede all'assunzione, che prevede un trattamento giuridico ed economico stabilito dal CCNL Imprese di pulizia per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati/Multiservizi.

LEGGI ANCHEPanni stesi, il consiglio del professore di fisica: "Così non saranno più umidi"