Roma, mostra lo scontrino dell'osteria a Trastevere: "Quanto ho pagato carbonara e amatriciana", ma un dettaglio scatena la polemica

Roma, mostra lo scontrino dell'osteria a Trastevere: "Quanto ho pagato carbonara e amatriciana", ma un dettaglio scatena la polemica

Il cliente di un'osteria a Trastevere ha raccontato sui social quanto ha pagato l'amatriciana e la carbonara ma un dettaglio dello scontrino ha scatenato la polemica.

La carbonara e l'amatriciana sono due tra i piatti più celebri della tradizione enogastronomica romana. Uova da una parte e pomodoro dall'altra accompagnano guanciale, sale, pepe e pecorino in un tripudio di sapori che conquista i palati di tutta Italia da Nord a Sud. A Roma, sono tantissimi le osterie e i ristoranti che offrono queste due ricette ai tanti turisti che visitano la città eterna ma anche ai residenti.

La nostra storia di oggi si svolge proprio in una tipica osteria romana a Porta Portese, nei pressi di Trastevere. Qui, Leonardo e un suo amico hanno gustato un'ottima cucina romana e, per questo, hanno deciso di condividere la loro esperienza sui social.

Lo scontrino dell'osteria a Trastevere: il prezzo della carbonara e dell'amatriciana

I due commensali, per iniziare, hanno ordinato una porzione di puntarelle (8 euro). Questo antipasto tipico altro non è che un'insalata di germogli di cicoria catalogna caratterizzata da un sapore croccante e dolce. Per continuare, Leonardo e l'amico hanno scelto i due piatti fondamentali della tradizione romana: la carbonara e l'amatriciana. Entrambi sono costati 12 euro l'uno. Il pranzo è stato accompagnato da mezzo litro di vino rosso della casa (8 euro). E, per concludere, i due hanno ordinato 2 amari (7 euro) e un caffè (2 euro). In totale, quindi, i due commensali hanno speso 51 euro. Ovvero, 25 euro a testa. "Ottimo rapporto qualità prezzo", è stata la recensione di Leonardo. Lo scontrino pubblicato sui social ha scaturito un'accesa discussione. Secondo alcuni, infatti, è stato troppo salato.

"Certo che un uovo, una fetta de guanciale e un po' di pecorino a 12€ è esagerato: ormai mangiare fuori è quasi proibitivo", ha commentato un utente del web. "Il vino sfuso a 16 euro al litro è troppo caro", ha fatto notare un altro. "Due piatti di pasta e un'insalata per 50 euro è davvero tanto", è stato il commento di un'altra persona. Ma c'è anche chi la pensa in maniera diversa. "I prezzi andrebbero sempre rapportati a dove si trova il ristorante: stiamo parlando di un quartiere centrale e turistico di Roma", ha precisato un utente. "Prezzi alti ma bisogna contestualizzare e soprattutto se c è qualità si può chiudere un occhio", ha commentato un altro. Insomma, il mondo del web è stato diviso da questa recensione. Alcuni credono che il prezzo sia esagerato mentre altri ritengono sia giusto. E tu, cosa ne pensi?

Roma, mostra lo scontrino dell'osteria a Trastevere: "Quanto ho pagato carbonara e amatriciana", ma un dettaglio scatena la polemica
Lo scontrino dell'osteria di Roma che ha sollevato la polemica sul web

HAI VISSUTO ANCHE TU UN'ESPERIENZA SIMILE? INVIA IL TUO SCONTRINO A info@tuttonotizie.eu

LEGGI ANCHEEmilia-Romagna, mostra lo scontrino del ristorante alle porte di Bologna: "75 euro in 2, cosa abbiamo preso"