"Altro che pizza all'ananas, fate questa in Italia": italiano negli Stati Uniti assaggia la pizza da 27 euro con l'ingrediente proibito

"Altro che pizza all'ananas, fate questa in Italia": italiano negli Stati Uniti assaggia la pizza da 27 euro con l'ingrediente proibito

Piero Armenti, italiano residente negli Stati Uniti, ha lanciato una provocazione all'Italia: la pizza non è che con l'ananas, ma ha un ingrediente ancora più strano.

Immaginatevi un italiano, abituato alle tradizioni culinarie del Bel Paese, che attraversa l'oceano alla scoperta degli Stati Uniti. Terra di opportunità, di vasti paesaggi e di una cultura pop che ha conquistato il mondo. Ma anche, e soprattutto, terra dove la cucina italiana viene reinterpretata in modi che, per un palato nativo, potrebbero risultare sorprendenti, se non addirittura sacrileghi. Al centro di questa esplorazione culinaria si trova un piatto che per gli italiani è sacro quanto la bandiera: la pizza.

Nell'immaginario collettivo, la pizza è semplicità, è l'incontro armonico di pochi ingredienti genuini: pomodoro, mozzarella, basilico. Tuttavia, negli Stati Uniti, questo capolavoro della cucina italiana viene spesso trasformato in un telaio per le più audaci sperimentazioni. Dai topping come l'ananas sulla pizza Hawaii, all'uso di ingredienti come pollo barbecue, patatine fritte o addirittura pasta e marshmallow, le varianti americane della pizza spaziano dall'eclettico al bizzarro, sfidando ogni purismo culinario. Questo italiano, però, ha raccontato una pizza che porta l'innovazione americana a nuovi livelli di audacia: una pizza con un ingrediente così inaspettato che potrebbe sollevare un'ondata di indignazione tra gli italiani.

"Altro che pizza all'ananas, fate questa in Italia": italiano negli Stati Uniti assaggia la pizza da 27 euro con l'ingrediente proibito
Piero Armenti assaggia la pizza con l'ingrediente proibito negli Stati Uniti: quale sarà?

L'ingrediente proibito della pizza negli Stati Uniti: non è l'ananas

Il protagonista di questa storia, come forse avete capito dall'immagine di copertina dell'articolo, è Piero Armenti: un imprenditore di Salerno che ha fatto la sua fortuna negli Stati Uniti creando la pagina social Il mio viaggio a New York. Piero ha recentemente ottenuto la cittadinanza americana e le sue sperimentazioni culinarie lo rendono a tutti gli effetti un americano doc. Recentemente, ha assaggiato la tipica pizza con l'ananas negli Stati Uniti. Questa volta, invece, si è spinto addirittura oltre. "Gino, fai la pizza così", è stata la provocazione lanciata al maestro pizzaiolo napoletano che ha osato inserire nel suo menù la pizza all'ananas.

Ma qual è l'ingrediente segreto di questa pizza costata ben 26 euro? L'astice. Oltre al crostaceo, la pizza contiene fontina, prezzemolo e crema all'aglio. "Fatela così una pizza in Italia", continua a provocare l'influencer. "Buonissima la pizza con il lobster (astice in inglese, ndr) che stiamo mangiando qui a Key West (Florida, ndr). Veramente fantastica, sapori molto equilibrati", rivela. Chissà, forse, Gino Sorbillo leggerà questo articolo e accetterà la provocazione. Dopotutto, ci ha fatto vedere che è capace di osare. Ma voi, mangereste una pizza con l'astice? Io, personalmente, non sono troppo sicuro di farcela.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Piero Armenti (@pieroarmenti)

LEGGI ANCHE: Stati Uniti, influencer assaggia una fetta di pizza con l'ananas da 6 euro: "Non è come quella di Sorbillo, che sapore ha"