Milano, il vecchietto è fermo sul marciapiede con le mani incrociate ma non sta guardando un cantiere: la testimonianza dei tempi che cambiano

Milano, il vecchietto è fermo sul marciapiede con le mani incrociate ma non sta guardando un cantiere: la testimonianza dei tempi che cambiano

La foto di un vecchietto per strada a Milano che non sta osservano i lavori in un cantiere è diventata virale: ma cosa starà facendo?

In molte città italiane, è comune imbattersi in un'immagine tanto familiare quanto affascinante: quella degli anziani, spesso uomini in pensione, che con le mani dietro la schiena o incrociate davanti, si fermano a osservare i lavori in corso nei cantieri. Questa figura iconica ha persino un nome, "umarell", un termine dialettale bolognese che ha trovato spazio nel linguaggio comune per descrivere gli anziani, in particolare gli uomini, che trascorrono parte delle loro giornate osservando con attenzione e curiosità le dinamiche e i progressi dei lavori edili.

L'attrazione verso i cantieri non è soltanto una questione di curiosità o di nostalgia per il mondo del lavoro da parte di chi è ormai in pensione; rappresenta anche un momento di socializzazione, un'opportunità per uscire di casa, sentirsi ancora parte attiva della società, e magari scambiare due parole con vecchi amici o con gli operai. Ma cosa succede quando ci imbattiamo in un vecchietto che, seppur fermo sul marciapiede con le mani incrociate, non sta affatto fissando un cantiere? La scena sfida lo stereotipo, invitando a una riflessione più profonda sul significato di questo passatempo per gli anziani.

Vecchietto per strada a Milano: cosa guarda invece del cantiere

Un passante ha fotografato un vecchietto nella "posa tipica" che, però, non sta osservando un cantiere edile o l'andamento dei lavori stradali. Il vecchietto di Milano, infatti, sta lì fermo e guarda una minicar elettrica ribaltata. L'incidente sembra essere abbastanza serio e lui è fermo con tranquillità e, forse, cerca di capire come abbia fatto l'auto a finire in quella posizione. Nelle sue vicinanze, c'è un paletto divelto. Quindi, possiamo supporre che l'autista abbia perso il controllo e si sia schiantato contro il paletto, facendo ribaltare la macchina. Non conosciamo la dinamica precisa dell'incidente, né tantomeno le conseguenze per l'autista. L'augurio, ovviamente, è che nessuno si sia fatto male.

In ogni caso, questa immagine rappresenta come i tempi stanno cambiando. Le minicar elettriche sono il futuro della mobilità cittadina. Un modo di spostarsi innovativo all'insegna della sostenibilità ambientale. Queste piccole automobili elettriche, però, non rispettano solo l'ambiente ma sono anche comode e agili per l'ambiente urbano grazie alle dimensioni molto compatte. Così, mentre prima gli anziani osservavano i cantieri, oggi hanno altre attività preferite. E voi, cosa ne pensate di questa immagine che è diventata virale? Siete d'accordo con questo ragionamento?

Milano, il vecchietto è fermo sul marciapiede con le mani incrociate ma non sta guardando un cantiere: la testimonianza dei tempi che cambiano
Vecchietto con le mani incrociate osserva la minicar ribaltata sul marciapiede di Milano

LEGGI ANCHE: Milano, scena assurda in città: come ha fatto la minicar elettrica a finire in questa posizione? E sui social si scatena l'ironia