le iene milano

Le Iene, una ventenne gira da sola a Milano di notte per un esperimento: quello che succede è incredibile

La troupe de Le Iene ha seguito Sara, una ventenne di Milano, per un interessante esperimento sociale: ecco cosa succede nella stazione Centrale di notte, dalle 22 alle 3

Anche ieri sera, come ogni martedì, è andata in onda la puntata settimanale de Le Iene. Nel corso della puntata dello show condotto da Belén Rodríguez e Max Angioni, è stato trasmesso un interessante servizio, in cui è stato mostrato cosa accade nei pressi della stazione di Milano Centrale in tarda serata. In particolare, la troupe del noto programma televisivo ha seguito una collaboratrice, una donna di circa vent'anni, che ha camminato per strada da sola dalle 22 alle 3. Quello che è successo nel corso di queste cinque ore ha sorpreso tutti i telespettatori.

Iniziamo dai primi minuti del servizio, quando la protagonista dell'esperimento sociale, Sara, è stata presentata ai telespettatori. Sara pratica kickboxing e, dunque, sa come difendersi: per questo motivo ha accettato di prendere parte all'esperimento. Alle ore 22.00, Sara si è recata nei pressi di un Autogrill, vicino all'uscita della Tangenziale Est, poco fuori dai confini della città. Lì, ha finto di essere stata lasciata lì dalla sua migliore amica, e di doversi dirigere nei pressi della stazione Centrale, più lontana, per prendere un treno.

Le Iene: l'esperimento sociale a Milano colpisce tutti

Dopo pochi minuti, Sara è stata immediatamente avvicinata da un uomo sulla cinquantina, che le ha chiesto cosa stesse facendo da sola in quel luogo. "Ti faccio conoscere gente per bene che ti dà soldi", le ha detto l'uomo, dopo averle chiesto cosa facesse. "Ti faccio conoscere in due, tre posti. Guarda che pagano bene!", le ha detto, e poi si è proposto di accompagnarla. "Ci avviamo verso la macchina e mi dice di sedermi davanti, quindi do per scontato che fossimo solamente io e lui. Quando apro la portiera, vedo che si avvicina alla macchina un altro ragazzo, e subito dopo entra in macchina un terzo uomo", ha raccontato.

le iene milano
Sara entra nell'automobile dell'uomo che l'ha avvicinata in Autogrill (Fonte: Le Iene).

Alcuni degli uomini hanno conversato in lingua araba e, secondo la traduzione offerta da un traduttore, l'uomo che aveva avvicinato la ragazza ha chiesto 100 euro all'altro, per farli stare insieme. Inoltre, il conducente, che avrebbe dovuto accompagnare Sara alla stazione, ha cambiato direzione e non è uscito nella direzione in cui sarebbe dovuto uscire. Questo ha iniziato a preoccupare la troupe, e anche la giovane Sara. Quest'ultima, intanto, ha rifiutato un invito dell'uomo a vedersi la serata successiva per un appuntamento. "Sono le 22.54, quando l'automobile arriva nel piazzale della metropolitana di Cascina Gobba, presidiata da una volante. Uno dei tre uomini resta con la ragazza", ha raccontato la Iena. "Nonostante la conversazione un po' torbida, i due si lasciano cordialmente: Sara sale sulla banchina della metropolitana poco dopo le 23", continua.

Il servizio continua in Metropolitana

In metropolitana, ha spiegato Sara, la situazione è sembrata più sicura. La presenza di famiglie con bambini, infatti, l'ha rassicurata, così come quella di un ragazzo che si è offerto di darle indicazioni perché la vedeva persa. All'uscita della metropolitana, è stata avvicinata da un mendicante, il quale le ha, però, solo chiesto dei soldi. In seguito, è stata avvicinata da una prostituta, la quale le ha chiesto delle indicazioni e poi le ha detto di stare attenta ad uscire da sola per la città a quell'ora. "Mi sono trovata in pericolo, quindi stai attenta", le ha raccomandato.

A un certo punto, la ragazza è arrivata in via Padova, una strada considerata abbastanza pericolosa. Lì, infatti, Sara è stata subito vittima di catcalling, e poi è stata fermata da un ragazzo. "Poco dopo, si imbatte in altri due che cercano di venderle del crack", ha detto uno dei collaboratori. La ventenne è stata, poi, avvicinata da altre persone ed è stata anche rincorsa da alcuni uomini, che hanno provato a rubarle il cellulare. In seguito, la ragazza è stata anche testimone della fine di un'aggressione.

A un certo punto, Sara è arrivata nei pressi della Stazione Centrale, che è presidiata da molte forze di Polizia e militari. Alcuni di loro le hanno intimato di stare attenta, e di restare nella zona presidiata dalla Polizia, per evitare di essere vittima di uno stupro. Per fortuna, alla fine, alla ragazza non è accaduto nulla, ma le persone che si sono avvicinate sono tantissime e i pericoli corsi numerosi. "La situazione nei pressi della stazione è un disagio", ha commentato un uomo.

Le dichiarazioni di Sara al termine del servizio de Le Iene a Milano

"Sono partita da fuori Milano, dalla stazione di servizio, facendo autostop sono arrivata a prendere i mezzi pubblici. Ho girato diverse zone di Milano, considerate anche non troppo tranquille. Durante il mio itinerario ho parlato con tante persone, ho interagito con diverse persone, ma ho avuto paura solo nel momento in cui mi si sono avvicinati questi tre tipi, e lì ho capito che se non me ne fossi andata sarebbero diventati pericolosi. Dico la verità: non so se la settimana scorsa sarebbe stato lo stesso, anche perché ho notato che i controlli a Milano sono effettivamente aumentati", ha sintetizzato la ragazza.

LEGGI ANCHE>>>Le Iene, un economico prodotto per cavalli favorirebbe la ricrescita dei capelli: Alessandro Onnis prova lo strano rimedio