Sofia

Sofia, le terme low cost a un'ora dalla capitale bulgara sono un'insolita attrazione

La capitale bulgara di Sofia è situata ai piedi della catena montuosa di Vitosha a nord ovest della nazione balcanica. Con oltre duemila anni di storia Sofia è diventata una delle mete preferite dagli italiani per un weekend fuori porta.

Sofia è divenuta una location da visitare assolutamente grazie ai prezzi super economici che vanta, a partire dai trasporti fino agli alloggi e le attrazioni da visitare. Con voli in partenza da Napoli, Milano, Roma, Bologna e Catania la capitale è raggiungibile con viaggi della durata di circa due ore dall'Italia.

La somma totale da sostenere per l'acquisto del biglietto aereo andata e ritorno per Sofia va dai 30 ai 50 euro esclusi i bagagli. Allo stesso modo vale per il prezzo dell'alloggio per due o tre notti in coppia. Insomma, con un costo da pagare che si aggira attorno ai 100 euro è possibile trascorrere un weekend in totale relax lontano dallo stress. Senza dover pagare prezzi insormontabili è consigliato noleggiare un'auto nei punti rental cars prima di raggiungere l'uscita dell'aeroporto. In questo modo si ammortizzano i costi del transfer da e per l'alloggio nel quale si soggiorna. Col valore medio di cinquanta euro si fitta una piccola auto, compreso di assicurazione sui danni e pneumatici invernali per la neve.

Da Sofia a Sapareva Banya e i Monti Rila per un giorno di relax

Sofia, le acque termali
Le piscine termali

Noleggiando un'automobile possono essere incluse nell'itinerario alcune attrazioni insolite come Sapareva Banya, una località a sud ovest della Bulgaria ai piedi dei monti Rila. Ad 80 chilometri da Sofia (con la durata di un'ora circa di auto) si raggiunge il paesino nel quale si trovano le terme con piscine minerali e centri Spa. Un biglietto giornaliero per entrarvi è di circa 20 Lev che corrispondono a 10 euro. È consigliato munirsi in precedenza di monete e banconote per evitare qualsiasi inconveniente. Nella località difficilmente si trovano sportelli dove poter prelevare i propri soldi.

Alcune delle località termali sorgono tra le verdi pinete del Monte Rila e si distinguono per la varietà unica di impianti acquatici. La temperatura delle piscine termali va dai 37 ai 40 gradi e questo permette di potersi bagnare nel pieno della natura innevata tra dicembre e febbraio. In questi luoghi, inoltre, ci si può rilassare senza pensieri anche nel momento dei pasti: le strutture di questa località mettono a disposizione ristoranti e bar che offrono panini, pizze, sandwich e bevande.

A tal proposito in questi posti dominati dal silenzio e dalla natura è messa a disposizione degli ospiti una fornitura illimitata di thè caldo da sorseggiare a bordo piscina. Qui si possono noleggiare anche ciabatte e accappatoio a prezzi piccolissimi, da utilizzare oltretutto per sistemarsi prima del rientro a Sofia. Non bisogna però perdersi anche la sauna e il bagno turco, riscaldandosi prima di terminare la propria giornata di relax a Sapareva Banya.

LEGGI ANCHEViaggio a Istanbul, non solo kebab: i 5 street food da provare assolutamente.