Deserto d'Agafay

Marrakech, balli nel deserto e cena romantica sotto le stelle: un sogno ad occhi aperti

A soli 30 chilometri da Marrakech è possibile avventurarsi a bordo di un minivan nel suggestivo deserto tra le colline dell'Atlante con una escursione guidata. La proposta di escursioni offerte in terra marocchina è ampia, molte sono proposte sui blog di viaggio, altre nelle agenzie basate a Marrakech.

Le escursioni organizzate propongono il servizio di prelievo e rilascio nei pressi del proprio hotel con un minivan. Dopo aver attraversato le montagne dell'Atlante la guida farà sosta su di una collinetta nel deserto dove è possibile noleggiare un quad e incamminarsi verso il panorama di sabbia al tramonto. La scelta di noleggiare un quad è soggettiva ma l'attività è fortemente consigliata anche a chi è più restio. I quad, infatti, sono di bassa cilindrata (a scelta tra 125cc e 150cc), non necessitano di cambi di marcia, ma sono dotati solo di freni anteriori e posteriori e acceleratore.

Dopo aver scattato alcune foto di un suggestivo tramonto nel deserto è possibile recarsi con il minivan verso un'altra location, sempre nei pressi del deserto d'Agafay. Dopo aver attraversato alcune dune di sabbia e aver ammirato alcuni villaggi berberi si giunge a destinazione. Nell'ammirevole location è possibile andare in sella ad alcuni cammelli, pronti ad accogliere i turisti in fila. Lontano da Marrakech, nel silenzio del deserto, si proseguirà con una passeggiata sul cammello per circa 10 minuti prima che il sole si nasconda all'orizzonte.

L'esperienza tutta marocchina con il popolo berbero prima del rientro a Marrakech

Cammelli nel deserto d'Agafay
Giro in cammello in gruppo tra le colline dell'Atlante

Prima che il tramonto finisca, incamminandosi verso le tende berbere organizzate appositamente per i turisti, ci si ferma a danzare sulle note di alcune canzoni suonate da alcuni musicisti marocchini. Successivamente alcuni berberi marocchini attendono i turisti per sorseggiare un thè caldo e della frutta secca marocchini, un must della magnifica popolazione nord africana. Il thè in particolar modo è consumato dalla popolazione mediamente 4-5 volte al giorno, come testimoniato dalla maggior parte dei marocchini.

Dopo il calar del sole tra le colline dell'Atlante ci si sposta verso alcune tende costruite su misura dal popolo berbero per i turisti che preferiscono cenare nel deserto. Il popolo berbero accoglierà i turisti più affamati con alcune pietanze tipiche marocchine: Tajine, Msemen, olive di produzione propria e ancora una volta del thè caldo. Il Tajine è una pietanza a base di carne o verdure stufate cotte in un vaso di ceramica sui carboni ardenti, mentre lo Msemen è il classico pane marocchino sfogliato che lo accompagnerà.

Con il popolo berbero per ballare insieme attorno ad un fuoco

Dopo aver goduto di una cena marocchina accompagnata dal solito thè ci si sposterà sotto le stelle del deserto per ammirare lo spettacolo di uno sputafuoco berbero. Dopodichè ci si siederà insieme ai propri compagni di viaggio attorno ad un fuoco per riscaldarsi e continuare a ballare insieme. In sottofondo altra musica berbera contribuirà a creare l'atmosfera marocchina. Alla fine dell'esperienza una guida con un minivan riporterà tutti i turisti dal magico deserto d'Agafay dinuovo nel punto di ritrovo della città di Marrakech.

Donna berbera
Donna berbera che prepara il pane quotidianamente nella propria casa in pietra

Alcune testimonianze marocchine hanno raccontato dei berberi come una popolazione decentrata in alcuni dei punti più isolati del Marocco. I berberi infatti si stanziano in aree desertiche o di montagna, e vivono autogestendosi per la propria sopravvivenza.

Questo popolo infatti costruisce da sé case in pietra, vive di agricoltura, allevamento di bestiame e produzione propria. Le famiglie berbere oltretutto si cimentano anche nella produzione di gioielli fatti a mano esportati in tutto il mondo. Molti della popolazione berbera hanno costruito le proprie fondamenta proprio tra le colline dell'Atlante e il deserto d'Agafay.

LEGGI ANCHE: Maldive, turista chiede il rimborso per la vacanza da incubo: la proposta dell'agenzia di viaggi è inaccettabile