Milano, neonato abbandonato in un palazzo. Parla la famiglia che l'ha trovato: "Sembrava una bambola dagli occhi chiari"

milano neonato (1) 1

Milano, neonato di 1 mese lasciato sul pianerottolo di una palazzina nel quartiere popolare Giambellino. Le parole della famiglia a cui è stato affidato: "Sembrava una bambola"

"Sua mamma è morta al momento del parto. Non ho la possibilità di crescerlo da solo: abito vicino a voi, vi chiedo di curare il bambino, così sarò tranquillo finché non sistemo la mia vita". Questo è il messaggio, scritto in lingua araba su un bigliettino lasciato accanto ad un neonato, lasciato sul pianerottolo di un palazzo a Milano. Un foglio lasciato lì probabilmente dal papà del bimbo, e tutta la disperazione di chi non può assicurare nulla a una vita appena sbocciata.

Siamo nel quartiere popolare Giambellino, nella periferia del capoluogo lombardo. Il fagotto lasciato in un seggiolino rosso, era stato posizionato sullo zerbino dinanzi a uno dei tanti portoni di un edificio. Affidato precisamente a una famiglia, forse precisamente scelta dall'uomo che ha dovuto prendere la difficilissima decisione di lasciare suo figlio a qualcun'altro.
"Non ho notato nulla di strano prima: erano le 16:20 quando ho trovato il bambino". Queste le parole dell'uomo che ha trovato il neonato. Si tratta di un 53enne già padre di quattro figli, intervistato oggi da La Vita in Diretta, su Rai 1.

milano neonato (1)
L'intervista a La Vita in Diretta: al centro, il 53enne che ha trovato il neonato

Il bimbo era vestito di rosa: una tutina e un cappellino a coprirlo dal freddo. Il 53enne chiama quindi i soccorsi, che arrivano subito dopo. Il neonato è stato portato in ospedale, dove al momento si trova ricoverato. Sarebbe in buone condizioni di salute: pesa 3 kg e 300 grammi, ed è parso, ai medici che l'hanno visitato, ben nutrito e curato. 

Milano, neonato di 1 mese abbandonato su un pianerottolo. La famiglia a cui è stato affidato:

"Sembrava una bambola"

"Quando l'ho visto, non sembrava neanche un bambino: sembrava una bambola. L'abbiamo preso in braccio, mia mamma era preoccupata e spaventata. Ha gli occhi chiari, ha dormito tutto il tempo, svegliandosi solo per pochi secondi". Queste invece le parole di una delle componenti della famiglia a cui il neonato è stato precisamente affidato dal papà. "Poteva lasciarlo in un posto migliore: in un ospedale, in un orfanotrofio. Ma non per terra...", commenta ancora la giovane.

Gli inquirenti ora sono sulle tracce dell'uomo, che potrebbe essere indagato per abbandono di minore. Esaminati i filmati delle videocamere di sorveglianza della zona, alla ricerca del papà del bimbo. Il piccolo per fortuna sta bene.

LEGGI ANCHE >>> Parla Paolo, l'operaio che ha salvato il neonato abbandonato vicino ai rifiuti: "Avrà avuto massimo 2 ore, ora io e mia moglie vorremmo adottarlo"