Sicilia, dove un cittadino ha lasciato i suoi sacchetti dei rifiuti: la denuncia corre sui social e indigna il web

sicilia rifiuti 1

Sicilia, rifiuti abbandonati: la foto da Milazzo. Guardate questi incivili dove hanno lasciato dei sacchi della spazzatura, in barba, peraltro, alle regole della convivenza civile

Ci sono delle categorie di cittadini che non possono essere etichettate se non con la definizione di 'nemici della bene pubblico'. Persone indifferenti al bello, e spesso e volentieri cattive, spietate, senza cuore. Uomini e donne che non pensano mai al prossimo, che vivono seguendo solo il proprio istinto distruttivo. Che portano avanti una guerra contro il decoro, e si divertono a rovinare, imbrattare, sporcare, deturpare. In questa categoria rientrano, ovviamente, i vandali: spesso giovanissimi, il loro hobby è quello di prendere a calci elementi dell'arredo urbano, e tanto meglio se quello che devastano aveva un'utilità, uno scopo. Pensiamo alle giostre nei parchi pubblici, quelle installate per i bambini di un quartiere, impossibilitati, magari, ad iscriversi alle ludoteche a pagamento. Teppisti sono anche gli imbrattatori seriali, come chi gira con le bombolette a spray, con cui macchiare vetrine, muri freschi di vernice, panchine, con scritte o disegni spesso osceni, offese vili, perché anonime.

E poi c'è una sottocategoria affollatissima: quelli che lasciano i rifiuti un po' dove gli pare. Che buttano la carta fuori dal finestrino, lanciandola senza alcuna preoccupazione sull'asfalto perché richiede loro, forse, troppo sforzo il tenere il proprio rifiuto in auto, per poi buttarlo in un gettacarte appena se ne incontra uno. Quelli che la strada è la loro pattumiera, un regno su cui comandano sovrani. E dove tutti gli altri non hanno diritto di parola, né di azione. Quando va bene è il pacchetto di sigarette, lo scontrino, il fazzoletto, a finire per terra. Quando va male, i marciapiedi diventano vere e proprie discariche pubbliche per rifiuti ingombranti.
Tutto questo fa rabbia, eppure accade di continuo. La fotonotizia a cui scegliamo oggi di dare attenzione arriva dalla Sicilia, precisamente da Milazzo.

Sicilia, rifiuti abbandonati all'interno di una cabina telefonica

La denuncia è stata pubblicata dalla pagina Facebook 'Viaggi del degrado'. Nella foto in questione, scattata da un cittadino a Milazzo, in provincia di Messina, si vedono dei grossi sacchi della spazzatura lasciati all'interno di una cabina telefonica.

sicilia rifiuti
Dalla pagina Facebook 'Viaggi del Degrado'

Vero è che ormai questo tipo di elemento urbano è, di fatto, inutile: nessuno più utilizza i telefoni pubblici, nell'era in cui tutti, ma proprio tutti hanno a disposizione uno smartphone personale. E molto spesso, poi, questi telefoni risultano anche inattivi. Ma da qui a utilizzare una cabina alla stregua di un contenitore di rifiuti, ne passa un bel po'.

Sciocca iniziativa di qualcuno che, forse, voleva divertirsi. O intendeva nascondere quei sacchi ai poveri operatori ecologici, a cui tocca anche andare a caccia della spazzatura nascosta nei luoghi più impensabile.

LEGGI ANCHE >>> Parla Paolo, l'operaio che ha salvato il neonato abbandonato vicino ai rifiuti: "Avrà avuto massimo 2 ore, ora io e mia moglie vorremmo adottarlo"