Emilia-Romagna, incredibile ma vero: dopo Fleximan spunta un altro 'supereroe'

Emilia-Romagna fleximan

Emilia-Romagna, non bastava Fleximan: ora a far 'tremare' il nord Italia ci pensa un altro 'supereroe'

Sembra proprio che siamo davanti a un effetto emulazione, quando, cioè le persone imitano o replicano il comportamento o le azioni di coloro che osservano. E spesso, quando questi fenomeni arrivano al grande pubblico, non ne esce nulla di buono. E infatti. Dopo la follia (perché di follia si sta trattando) del fenomeno denominato dai media italiani 'Fleximan', ecco che spunta un altro 'supereroe'. Gli apici sono obbligatori, dal momento che qui, di eroico, non vi è proprio nulla. Facciamo un passo indietro e riassumiamo chi, o meglio, cos'è, Fleximan. A questo nomignolo, senz'altro a effetto, sono stati ricondotti svariati gesti di vandalismo, riguardanti autovelox sparsi tra Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto. 

Qualcuno che si divertiva a tagliare, con uno strumento riconducibile alla motosega elettrica, le paline di controllo delle forze dell'ordine con cui si risale alle targhe degli automobilisti spericolati. Il fenomeno è divenuto così diffuso da attirare le attenzioni di tutte le tv ei giornali della Penisola, e un vero e proprio responsabile, ancora non c'è.
Ebbene, dopo tanto parlare di Fleximan, ecco che a Calderara di Reno, comune in provincia di Bologna, ha fatto la sua prima uscita pubblica Dossoman.

Emilia-Romagna, dopo Fleximan spunta Dossoman: la denuncia del sindaco di Calderara di Reno 

Sembra uno scherzo, ma, ahinoi, non lo è. Dossoman ha lasciato il suo primo autografo su una strada del piccolo comune dell'Emilia-Romagna, lasciando sgomento e su tutte le furie il primo cittadino del posto, Giampiero Falzone. Il sindaco di Calderara di Reno, in un lungo post su Facebook, ha denunciato l'accaduto, dando sfogo alla sua amarezza. "Non stiamo bene", dice senza giri di parole Falzone. "Se noi siamo i riferimenti dei nostri piccoli, siamo messi abbastanza male nel non capire che non si tratta di eroi, ma di vandali che compiono reati, seri, di danneggiamento".
Questa di seguito, il post dal sindaco:

emilia-romagna fleximan 1
Dalla pagina Facebbok del sindaco di Calderara di Reno, Giampiero Falzone

Come si vede dalla foto, qualche perditempo ha disegnato sull'asfalto, con una bomboletta a spray verde, una scritta inequivocabile: 'Dossoman'. Accanto, un dosso stradale danneggiato. Un altro strumento, questo, contro l'alta velocità. Contro cui nel Nord Italia sembra essere in atto una vera e propria guerra.
La foto è stata scattata in via Rizzola Levante. Questo dosso, precisa Falzone, è stato installato "su richiesta dei cittadini delle vie interessate e dopo assemblee pubbliche".
E poi un messaggio a 'Dossoman': i carabinieri sono stati avvisati, e "da parte nostra ripristineremo tutto".

LEGGI ANCHE >>> Bologna 'al rallentatore': multe oltre i 30 km orari, ma i cittadini fanno notare un dettaglio non trascurabile