Thailandia, il paracadute non si apre: influencer 33enne senza scampo

thailandia paracadute (1)

Thailandia, il paracadute si inceppa: uomo di 33 anni si schianta al suolo dopo un volo illegale da un grattacielo. Si indaga sulla dinamica della vicenda: il nome della vittima era Nathy Odinson

Il lancio in paracadute è un'attività che incarna l'essenza dell'avventura e del brivido, ma è innegabile che comporti alcuni rischi significativi. Primo fra tutti, il pericolo di malfunzionamento dell'attrezzatura. Sebbene i paracadute moderni siano progettati con standard di sicurezza elevati, non sono esenti da possibili guasti. Un paracadute che non si apre correttamente può essere fatale, anche se molte scuole di paracadutismo sono equipaggiate con paracadute di riserva e sistemi di apertura automatica per mitigare questo rischio.

Proprio ciò che è successo in Thalandia, dove si è registrato l'ennesimo caso di morte accidentale in seguito al lancio da un grattacielo. La vittima è un uomo di 33 anni di nome Nathy Odinson. La tragedia si è consumata due giorni fa, nella serata di sabato 27 gennaio. Odinson è un base jumper molto noto, che usava condividere sui suoi account social le spericolate avventure con cui sfidava il vuoto.
A quanto pare, il volo che gli è costato la vita, non era autorizzato.

Thailandia, il paracadute si inceppa: Nathy Odinson muore dopo un lancio nel vuoto fatale

Il trentatreenne si sarebbe infatti lanciato dal 29esimo piano di un grattacielo senza avere i dovuti permessi. Gli ultimi istanti di vita sarebbero stati ripresi in filmato girato da un conoscente dell'uomo, che si trovava con lui. E che, a quanto pare, avrebbe condiviso il video sui social per poi rimuoverlo poco dopo, forse dopo essersi reso conto della tragedia avvenuta sotto i suoi occhi.

Le autorità hanno recuperato il filmato in questione, utile a ricostruire l'esatta dinamica della vicenda. Bisogna ora chiarire le colpe e le responsabilità di questa dolorosa e tragica morte. Avvenuta dopo un conto alla rovescia, e un lancio nel vuoto. Il paracadute è rimasto semichiuso condannando a morte il 33enne. L'uomo si è prima schiantato contro un albero, per poi crollare sull'asfalto. Gravissime le ferite riportate: per Odinson, purtroppo, non c'è stato nulla da fare. Vani soccorsi: i sanitari intervenuti sul posto non hanno potuto far altro che constatarne il decesso.

thailandia paracadute (2)

I rischi del paracadutismo

Tra i pericolo da considerare nell'attività di paracadutismo, le condizioni meteorologiche giocano un ruolo cruciale. Venti forti o turbolenze possono rendere il salto più pericoloso e influenzare la capacità del paracadutista di controllare la discesa e l'atterraggio. Anche l'atterraggio stesso presenta delle sfide: una tecnica di atterraggio errata può causare lesioni gravi, specialmente alle gambe e alla colonna vertebrale.

Altro aspetto da considerare è l'esperienza e la preparazione del paracadutista. I principianti sono particolarmente vulnerabili agli incidenti, soprattutto se non seguono attentamente la formazione e le indicazioni degli istruttori. La paura e l'ansia possono influenzare la capacità di reagire correttamente in situazioni critiche.

LEGGI ANCHE >>> Cade durante un'arrampicata, finisce malissimo: cosa è accaduto alla popolare influencer