L'asciugatrice è difettosa, attiva la garanzia e inizia un'odissea senza fine: "Cosa ha fatto il tecnico dopo 2 visite inutili"

L'asciugatrice è difettosa, attiva la garanzia e inizia un'odissea senza fine: "Cosa ha fatto il tecnico dopo 2 visite inutili"

La disavventura di Simona che ha attivato la garanzia per l'asciugatrice difettosa: il comportamento del tecnico l'ha insospettita.

La garanzia: una parola che evoca sicurezza, affidabilità e serenità. È il baluardo contro i difetti di fabbricazione, un'ancora di salvezza per i consumatori. In Italia, per legge, ogni prodotto ha una garanzia biennale, un periodo durante il quale il consumatore può richiedere la riparazione o la sostituzione di un prodotto difettoso senza costi aggiuntivi. Ma cosa accade quando questa sicurezza si trasforma in un'odissea senza fine? La storia che stiamo per raccontarvi è quella di Simona, una comune consumatrice, che si è ritrovata in balia di una situazione assurda. Tutto inizia con l'acquisto di una nuova asciugatrice, un elettrodomestico che prometteva di semplificare la vita domestica. Ma ben presto, il sogno si trasforma in incubo: l'asciugatrice si rivela difettosa.

Sono passati più di due anni ma Simona ha attivato l'estensione della garanzia. Eppure, quello che inizia è un percorso tortuoso fatto di attese infinite e visite di tecnici che non risolvono il problema. La nostra protagonista si trova intrappolata in un labirinto burocratico, dove la garanzia, anziché essere una soluzione, diventa parte del problema. Ma scopriamo nel dettaglio la sua storia e quali sono le conclusioni a cui è giunta Simona.

L'odissea della garanzia per l'asciugatrice: i dubbi di Simona

L'asciugatrice di Simona ha iniziato a dare problemi improvvisamente. Dopo aver inserito i vestiti bagnati e impostato il programma, l'elettrodomestico si bloccava. Così, Simona si è rivolta all'assistenza per richiedere l'intervento di un tecnico. L'operatore del call center ha spiegato che la fascia oraria disponibile è dalle 14-18. Così, Simona ha dovuto prendersi un permesso al lavoro. Il tecnico è arrivato e dopo 10 minuti se n'è andato senza fare nulla. "Il problema è della scheda e bisogna sostituirla", comunica a Simona, nonostante la consumatrice avesse già spiegato tutto telefonicamente. Il tecnico viene così una seconda volta, sempre nella stessa fascia oraria e Simona si prende un altro permesso al lavoro. Installa la scheda nuova, ma l'asciugatrice non si accende più.

Il tecnico, quindi, promette di ritornare una terza volta, sempre nella stessa fascia oraria, per risolvere definitivamente il problema. Nuovo permesso per Simona, ma il tecnico non si presenta all'appuntamento. La consumatrice, quindi, perde la pazienza. "Credo che questa sia una frode", scrive sul sito dell'Unione Nazionale Consumatori e avanza dei dubbi. "Non so se la società sta aspettando che io termini i permessi in modo che rinunci alla sostituzione o se vuole tirare fino alla scadenza della garanzia", spiega Simona. In effetti, tutto fa pensare che l'azienda abbia violato gli obblighi contrattuali, mettendo Simona in una spiacevole situazione senza via d'uscita. E voi, avete mai avuto disavventure con la garanzia?

L'asciugatrice è difettosa, attiva la garanzia e inizia un'odissea senza fine: "Cosa ha fatto il tecnico dopo 2 visite inutili"
Lo sfogo di Simona sul sito dell'Unione nazionale Consumatori

LEGGI ANCHE: Avvocato mette in guardia chi acquista auto usate in concessionaria: "La garanzia è sempre biennale, tranne in questo caso"