Autovelox e zona 30, Daniele Capezzone fa tremare lo studio a Zona Bianca: "Se si va avanti così, la gente prima o poi butta giù tutto!"

Autovelox e zona 30, Daniele Capezzone fa tremare lo studio a Zona Bianca: "Se si va avanti così, la gente prima o poi butta giù tutto!"

Daniele Capezzone, direttore editoriale di Libero Quotidiano, ha fatto delle scottanti dichiarazioni sui limiti di velocità a 30 km/h e gli autovelox.

In queste settimane, uno dei temi più discussi a livello nazionale riguarda la viabilità. Da un lato, la decisione dell'amministrazione comunale di Bologna di istituire il limite di 30 km/h a tutta la città e, dall'altro, gli abbattimenti sempre più frequenti di autovelox da parte di Fleximan hanno attirato l'attenzione pubblica. Per quanto riguarda Bologna, la situazione è abbastanza polarizzata. Una parte dell'opinione pubblica e del mondo politico ritiene la decisione di imporre il limite di velocità a 30 km/h eccessiva. Molti cittadini, per esempio, credono che il limite di velocità nelle arterie principali deve essere di 50 km/h. Altri, invece, ritengono giusta la 'zona 30' giusta perché permette di salvare vite umane.

Per quanto riguarda l'abbattimento di autovelox, una parte dell'opinione pubblica italiana ritiene Fleximan, la persona incolpata di questi atti vandalici, un eroe. Dietro questa esaltazione di uno o più malviventi, si cela un disagio sociale evidente. Infatti, molti cittadini ritengono che gli autovelox servano solo per fare cassa ai comuni e non contribuiscano a migliorare la sicurezza sulle strade italiane. Nei giorni scorsi è arrivato il primo arresto in Piemonte per l'abbattimento di autovelox. In questo contesto, le parole di Daniele Capezzone a Zona Bianca sono destinate a far discutere.

Autovelox e zona 30, Daniele Capezzone fa tremare lo studio a Zona Bianca: "Se si va avanti così, la gente prima o poi butta giù tutto!"
L'accesa discussione tra Silvestri e Capezzone a Zona Bianca

Autovelox e zona 30: le dichiarazioni di Daniele Capezzone

Ospite a Zona Bianca, il programma di approfondimento di Rete4 condotto da Giuseppe Brindisi, il direttore editoriale di Libero Quotidiano è stato incontenibile. Durante un'accesa discussione con Francesco Silvestri, capogruppo del Movimento 5 Stelle alla Camera, si è lasciato andare a dichiarazioni scottanti. "Come fate a non capire che tra autovelox e 30 all'ora, la gente prima o poi butta giù tutto", ha affermato Daniele Capezzone, accusando il Movimento 5 Stelle di non ascoltare più i cittadini. "Lo devi dire a Salvini", ha risposto Silvestri, alludendo al fatto che il ministro dei Trasporti ha finanziato la zona 30.

Capezzone, però, non ci sta e sostiene che Matteo Salvini non c'entri nulla. "Salvini si sta battendo contro questa roba, fategli criticare su altre cose ma non su questo", ha affermato Capezzone. Non è mancata anche la frecciatina ai dem: "Finisci per farti irretire dal PD sulla posizione più atroce e più impolpare". Francesco Silvestri, però, ha risposto a tono e ha sostenuto che su queste questioni sono i sindaci a decidere. Insomma, il tema della viabilità continua a essere di primaria importanza in Italia. Staremo a vedere come si evolverà la discussione nei prossimi giorni, cosa succederà ai vari Fleximan che abbattono gli autovelox e come andrà a finire la storia della 'zona 30' a Bologna.

LEGGI ANCHE: Autovelox abbattuti, primo arresto in Piemonte: l'identikit di Fleximan