Il cartello sull'auto delle suore in sosta selvaggia per evitare la multa scatena la polemica: "La legge è uguale per tutti"

Il cartello sull'auto delle suore in sosta selvaggia per evitare la multa scatena la polemica: "La legge è uguale per tutti"

Delle suore hanno avuto una geniale idea per evitare la multa nonostante la sosta selvaggia: il divertente cartello sull'auto ha generato un'accesa discussione.

Nel dedalo di strade delle città italiane, dove ogni angolo racconta una storia antica, la moderna odissea della ricerca di un parcheggio si svolge quotidianamente. In un contesto urbano dove i parcheggi liberi sono un lusso e le auto abbondano, trovare un posto dove lasciare il proprio veicolo può trasformarsi in una vera e propria impresa eroica. E proprio in questo scenario, un curioso episodio si è recentemente svolto, protagoniste un gruppo di suore e un cartello appeso sull'auto parcheggiata in modo audace per evitare la multa. Parcheggiare in città, in Italia, è spesso un compito arduo. La mancanza di spazi adeguati e la fretta quotidiana portano molti a optare per una soluzione rapida ma problematica: il parcheggio selvaggio.

Questa pratica, oltre a creare caos e disordine, è un chiaro segno di un'infrastruttura urbana che fatica a tenere il passo con i tempi. In questo contesto, l'azione delle suore, che hanno tentato di sottrarsi alle regole del codice della strada con un semplice cartello, apre una finestra su una realtà più ampia e complessa. Perché hanno scelto di fare ciò? E cosa dice questo gesto sul rapporto tra i cittadini e le regole del traffico urbano?

Il cartello sull'auto delle suore in sosta selvaggia

Di sicuro, il cartello lasciato dalle suore sul parabrezza dell'auto parcheggiata illegalmente ha generato un'accesa discussione sui social. L'immagine del cartello, scattata probabilmente da un passante incuriosito dal desto delle suore, è stata condivisa da Cristiano Militello, l'inviato di Striscia la Notizia specializzato in striscioni e cartelli divertenti, sul suo profilo Instagram. Ma cosa avranno mai scritto le suore per evitare la multa? Niente di particolare. "L'autovettura è delle suore, si prega di non fare la multa, grazie". E' questo il chiaro e diretto messaggio lasciato dalle donne di chiesa. Resta un mistero il motivo per il quale le suore non suore non debbano essere multate come tutti i cittadini italiani.

L'audace gesto ha scatenato un'accesa discussione sui social. "Le suore non no soggette a contravvenzioni? La legge è uguale per tutti", ha commentato un cittadino indignato. "Ottima idea! Mi travesto da suora e lascio la macchina in quinta fila!", ha scritto con ironia un cittadino. "Dio vede e provvede", è stato il commento di utente del web. Le suore non possono scampare al giudizio divino! E voi, cosa ne pensate del gesto delle suore? Credete che sia stato corretto nei confronti dei cittadini?

Il cartello sull'auto delle suore in sosta selvaggia per evitare la multa scatena la polemica: "La legge è uguale per tutti"
Il cartello lasciato dalle suore sul parabrezza dell'auto in sosta selvaggia
Instagram / cristiano.militello

LEGGI ANCHE: Sicilia, fruttivendolo ambulante espone un divertente cartello con il suo pensiero sul 2024: sei d'accordo con lui?