Spesa, l'esperto avverte i consumatori: "Non comprate questo ortaggio: è costosissimo"

spesa consumatori 1

Spesa, il consiglio dell'esperto di tutela dei consumatori, Luigi Gabriele: quali frutti e ortaggi è bene comprare in questo momento, e quali no

La spesa: tematica che nel corso del 2023 è diventata dolorosa. Prezzi alle stelle, e uno scontrino sorprendentemente salato in una busta semivuota. L'inflazione, la guerra, le ripercussioni della crisi climatica sui nostri mercati: tante le criticità che si riflettono sulla tasca del consumatore. Che, per risparmiare, deve stare attento e, soprattutto, deve essere informatissimo. In suo soccorso corrono gli esperti che tutelano chi fa acquisti: una vera e propria spalla, un costante supporto per evitare di spendere più del dovuto. Tra questi, un volto noto in tv è quello di Luigi Gabriele, Presidente dell'Associazione Consumerismo no profit.

Ospite a Mattino Cinque, Gabriele ha fornito una serie di utilissime indicazioni sulla spesa al telespettatore. Nel corso della trasmissione Mediaset, si rifletteva sulla differenza di prezzi tra i supermercati e i mercati. Gabriele fa chiarezza: "I prezzi dipendono dalla tipologia del mercato, dalla zona, da chi fa la spesa e, soprattutto, da come la fa. Quindi, da che tipologia di prodotti vuole acquistare, e a chi si rivolge. Faccio un esempio: "Per le arance, che partono, ricordiamocelo sempre, dal mercato generale sia per il supermercato che per l'ortofrutta che vende al mercato, il punto di partenza è sempre lo stesso. L'arancia esce allo stesso prezzo per entrambi, soltanto che, poi, sul banco del supermercato finisce a un prezzo, su quello del mercato a un altro. Questo dipende dalla cosiddetta organizzazione del lavoro: più un'azienda è efficiente, e più riesce ad abbassare i prezzi".

A questo punto, Luigi Gabriele offre utili indicazioni sui prezzi, al momento, degli alimenti.

spesa consumatori (3)

Spesa, consumatori avvertiti: "Quali ortaggi costano di più in questo momento"

Le arance, spiega l'esperto di tutela dei consumatori, "quest'anno le stiamo pagando mediamente il 30% in più, per quanto riguarda il taglio più piccolo, e il 20% in più per quanto riguarda il taglio grande, rispetto rispetto allo scorso anno. Perché in primavera c'è stato il maltempo, e in estate la siccitàCi sono delle cose che conviene acquistare in questo momento, perché sta andando bene la produzione di quell'elemento. Tra questi, le arance rosse, le clementine, i mandarini e i limoni sono al top della redditività per quanto riguarda la produzione. Quindi hanno un prezzo bassissimo, sebbene aumentato rispetto all’anno scorso. Un po’ meno le noci, nonostante siano molto abbondanti, non solo quelle italiane, ma anche quelle estere".

"Per quanto riguarda invece gli ortaggi, bene il prezzo di bietole, cavolfiori, scarole, finocchi e carciofi. Non è il momento di acquistare il radicchio, perché siamo a fine produzione. Se lo si vuole acquistare, lo si trova a un prezzo molto più alto".

LEGGI ANCHE >>> Mercato libero gas e luce, i preziosi consigli dell'avvocato: "Cosa puoi fare, se hai meno di 75 anni"