Boom di bollette di luce e gas gonfiate, la denuncia dei consumatori: "Ci hanno fregato tutti allo stesso modo"

Boom di bollette luce e gas gonfiate, la denuncia dei consumatori: "Ci hanno fregato tutti allo stesso modo"

Sul sito dell'Unione Nazionale Consumatori sono sempre di più i reclami per bollette luce e gas aumentate: cosa sta succedendo.

Per i consumatori italiani, il 2024 sarà un anno tutt'altro che facile. L'introduzione del mercato libero della luce e del gas porterà tanti cambiamenti a milioni di consumatori. Il mercato tutelato del gas è ufficialmente terminato il 10 gennaio 2024, mentre quello della luce avrà fine il 1° luglio 2024. Questa modifica tocca i tanti italiani che in questi anni hanno deciso di affidarsi al mercato tutelato. Ma cosa fare ora? In questo articolo abbiamo spiegato quali sono le alternative e chi può non fare nulla.

Tuttavia, decine di consumatori stanno già denunciando bollette con prezzi gonfiati rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Il sito dell'Unione Nazionale Consumatori è preso d'assalto da reclami di consumatori arrabbiati che vogliono sapere cosa possono fare per evitare di pagare queste bollette. Dopotutto, affermano loro, erano all'insaputa di quanto fosse accaduto ai loro contratti. Ma cosa è effettivamente successo? Scopriamolo insieme.

Bollette luce e gas: la denuncia dei consumatori

Oggi, 26 gennaio, Pasquale ha denunciato che l'azienda fornitrice di gas e luce ha applicato delle tariffe spropositate senza comunicare la variazione dei termini del contratto al cliente. Un altro consumatore, il 25 gennaio, ha scritto di aver ricevuto una bolletta spropositata con un prezzo di ben 4 volte superiore rispetto a quello degli anni passati. Anche Franco ha ricevuto la stesso amara sorpresa: 886 euro per il  periodo novembre-dicembre 2023 a fronte di 169 euro per lo stesso periodo dell'anno scorso. Ma quindi, cosa è successo?

L'azienda fornitrice ha cambiato il prezzo dell'energia, aumentandolo anche di 4 volte. Un consumatore che pagava 60 centesimi al metro cubo nel 2022 si è trovato a pagare 2,43 euro al metro cubo nel 2024. Ma come è possibile che l'azienda decida unilateralmente la modifica delle tariffe senza comunicarlo ai consumatori? L'inganno è proprio qui. L'azienda, infatti, comunica il cambio di tariffa inviando una semplice e-mail. Proprio una di quelle e-mail che molti di noi individuano come Spam e cestinano. Altri invece, non aprono la casella di posta elettronica da mesi e non possono accorgersi del cambio avvenuto. In questo modo, l'azienda è nel giusto e il consumatore viene ingannato. Infatti, qualora avesse saputo del cambio di tariffa, difficilmente avrebbe accettato di pagare 4 volte tanto e si sarebbe rivolto a un altro fornitore. E voi, avete controllato attentamente la casella di posta elettronica? Fatelo, onde evitare spiacevoli sorprese.

Boom di bollette luce e gas gonfiate, la denuncia dei consumatori: "Ci hanno fregato tutti allo stesso modo"
Il reclamo di Franco sul sito dell'Unione Nazionale Consumatori

LEGGI ANCHE: Riceve bolletta del mercato libero del gas di 1.000 euro e scopre di pagare 6 volte il prezzo di mercato: la risposta dell'azienda lo fa infuriare