Scuola, niente più voti sui compiti in classe: la 'moda' lanciata dal maestro Gabriele

Scuola, il maestro Gabriele e la nuova 'moda' che potrebbe presto coinvolgere tanti altri insegnanti: messaggi motivazionali al posto dei voti sui compiti svolti dagli alunni. Ma c'è chi non è d'accordo

I tempi cambiano, e cambiano davvero per tutti i campi della nostra società. C'è chi è d'accordo con il progressismo (anche se, va detto, a volte è davvero esagerato), e chi, invece, e parliamo dei più conservatori, lottano per preservare le tradizioni e i vecchi modi di fare. Un po' quello che accade in tutti i processi evolutivi di una società, la lotta tra il vecchio, e il nuovo che avanza. E questo nuovo avanza anche nelle scuole, dove ultimamente sembra stare spopolando un nuovo metodo di insegnamento. Quello legato all'empatia e alla comprensione dello studente, non più bacchettato e, talvolta, mortificato per un suo errore, ma, al contrario, incoraggiato a fare di più.

Il maestro Gabriele appartiene certamente a quest'ultima categoria: stiamo parlando di un docente di cui in queste ore si sta tanto parlando, divenuto noto per il suo metodo tutto particolare nella correzione dei compiti in classe assegnati ai suoi alunni. Anziché apporre un voto o un giudizio, il maestro Gabriele scrive dei messaggi motivazionali. Qualche esempio? "Diego, sono contentissimo di te. Ho visto che ti sei impegnato a colorare meglio, ottimo. Scrivi inoltre molto bene, e hai svolto tutti gli esercizi. Sono fiero di te".

Un modo, questo per essere più vicino al piccolo studente, facendogli capire quali sono i suoi punti di debolezza, senza, però, per questo. classificarlo con un numero o un semplice 'buono'. C'è, chi, però, non è d'accordo con questo approccio, e ricorda al maestro Gabriele che un po' di pugno duro, male non fa. Pareri discordanti e senza dubbio difficili da far conciliare.

scuola maestro gabriele
Dal profilo Instagram maestro_gabriele

 

Scuola, sui compiti in classe il maestro Gabriele scrive messaggini motivazionali: niente più voti

E come ormai accade sempre a qualsiasi sconosciuto che, per un motivo o un altro, diventa 'noto' a livello nazionale, anche il povero maestro Gabriele sta affrontando, in queste ore, moltissime critiche. C'è chi giudica il suo approccio troppo morbido, e chi, addirittura, critica l'inserimento di un cuoricino tra un messaggio e l'altro lasciato sui quaderni degli alunni. Addirittura un utente è infastidito dai puntini sulle 'i' maiuscole.

Al di là di alcuni leoni da tastiera, la maggior parte delle persone che sta lasciando, in queste ore, una reazione sotto ai post del maestro Gabriele, loda il suo modo di fare. "Non sono del mestiere, ma se qualche volta da bambino qualcuno mi avesse detto che ero bravo, probabilmente alcune cose della mia vita adulta sarebbero andate diversamente… Qui vedo adulti che commentano come adulti e non ricordano come è stato essere bambini… Mi piaci maestro!". 

LEGGI ANCHE >>> Maestra d'asilo licenziata dopo il party di Natale: "Grave condotta"; davanti ai datori di lavoro