Chi è Fleximan, l'abbattitore seriale di autovelox sulle strade d'Italia: un solo criminale, una banda organizzata o malfattori isolati?

Chi è Fleximan, l'abbattitore seriale di autovelox sulle strade d'Italia: un solo criminale, una banda o malfattori isolati?

Mistero e azione nelle strade d'Italia: una figura enigmatica, soprannominata Fleximan, sta abbattendo tanti autovelox in giro per il Belpaese. Ma chi è questa persona, o questo gruppo, che sta sabotando gli autovelox con metodi da film d'azione?

In quest'ultimo periodo, le notti si animano di un'insolita suspense sulle strade italiane. Principalmente quelle del Nord Italia. un'ombra si aggira nell'oscurità, armata di flessibile, lasciando dietro di sé autovelox segati e un alone di mistero. Questo personaggio, ribattezzato Fleximan dai social media, è divenuto un simbolo di ribellione per molti automobilisti, ma resta un enigma: è un uomo solo, una donna, o forse una banda organizzata? Nessuno lo sa con certezza. L'ultimo episodio ha avuto luogo lungo la Strada Regionale 10, vicino al comune di Carceri, in provincia di Padova, dove un autovelox recentemente installato è stato reso inservibile.

Questa serie di azioni contro gli autovelox non si limita a una sola regione, ma si sta diffondendo come un fenomeno nazionale. Veneto, Piemonte e Lombardia sono le regione colpite finora. Ogni autovelox abbattuto porta con sé domande e teorie. Il metodo è sempre lo stesso: autovelox segato con un flessibile. Ma siamo sicuro che il colpevole sia sempre lo stesso? Ciò che stupisce ancora di più è l'esaltazione della figura di Fleximan. I suoi colpi vengono celebrati  contro quello che molti considerano uno strumento di pura raccolta fiscale.

Fleximan, chi l'abbattitore seriale di autovelox in Italia

L'azione di Fleximan, benché illegale, ha sollevato un dibattito più ampio sulla funzione degli autovelox in Italia. Ma sempre più persone si stanno chiedendo chi si celi dietro questi gesti estremi. La modalità simile potrebbe indurre a pensare che si tratti sempre della stessa persona. Tuttavia, un video finito in rete recentemente che mostra 2 uomini incappucciati nell'atto di abbattere un autovelox suggerisce che in realtà si tratti di una banda organizzata. Un'altra ipotesi è che non ci siano legami tra i vari abbattimenti. Un uomo ha fatto partire la "moda" e, poi, in tanti hanno deciso di emularlo.

La polizia, nel frattempo, indaga in tre province diverse, cercando di tracciare il profilo di Fleximan. E, fin quando le forze dell'ordine non fermeranno il colpevole, non sarà possibile avere una risposta certa sull'identità di Fleximan.

Chi è Fleximan, l'abbattitore seriale di autovelox sulle strade d'Italia: un solo criminale, una banda organizzata o malfattori isolati?
Due criminali mentre abbattono un autovelox in Italia

Un fenomeno sociale che va oltre il vandalismo

Il fenomeno Fleximan non è soltanto un caso di cronaca, ma si inserisce in un contesto sociale più ampio, dove le azioni individuali possono diventare simboli di protesta collettiva. In un mondo sempre più connesso e veloce, dove ogni gesto può diventare virale, la figura di Fleximan ci ricorda che le azioni di un singolo possono avere ripercussioni impreviste e profonde sulla società.

È interessante osservare come la narrazione intorno a Fleximan sia duplice. Da un lato, i media ufficiali lo descrivono come un vandalo e un teppista, dall'altra, molti utenti del web lo hanno eretto a simbolo di una lotta contro un sistema percepito come ingiusto. Questa trasformazione mette in luce la complessità dei tempi in cui viviamo, dove la linea tra giusto e sbagliato si fa sempre più sfumata. E voi, cosa ne pensate di Fleximan?

LEGGI ANCHE: Veneto, autovelox fuori controllo: "Ho preso 18 multe in due mesi", il caso