Noleggia l'auto in aeroporto e la riconsegna intatta ma gli arriva una multa di 777 euro per il parabrezza rotto: "Come mi hanno fregato"

Noleggia l'auto in aeroporto e la riconsegna intatta ma gli arriva una multa di 777 euro per il parabrezza rotto: "Come mi hanno fregato"

Un cliente ha denunciato la "truffa" di un servizio di noleggio auto poco trasparente: perché ha ricevuto una multa per il parabrezza rotto.

Viaggiare significa esplorare, scoprire, vivere nuove esperienze. Spesso, per godere appieno di queste avventure, sia in vacanza che per lavoro, decidiamo di noleggiare un'auto. La convenienza e la libertà di muoversi senza vincoli sembrano inizialmente irresistibili. Ma cosa succede quando questa scelta si trasforma in un incubo? La storia di Giovanni, caduto nella trappola di un'agenzia di noleggio auto in aeroporto, getta una luce diversa su questa pratica tanto comune.

Noleggiare un'auto offre indubbi vantaggi: libertà di movimento, risparmio di tempo e, a volte, anche di denaro rispetto ad altri mezzi di trasporto. È la soluzione ideale per chi cerca flessibilità nei propri spostamenti, sia per una vacanza on the road che per un viaggio d'affari. Tuttavia, come ci racconta Giovanni, questa scelta può nascondere insidie e risvolti negativi. Costi nascosti, politiche di carburante poco chiare, assicurazioni aggiuntive spesso superflue o tariffe gonfiate sono solo alcuni dei problemi che si possono incontrare. E quando le aspettative si scontrano con la realtà di un servizio non all'altezza, il viaggio da sogno può rapidamente trasformarsi in un'esperienza frustrante.

Noleggio auto: la multa per il parabrezza rotto

La disavventura di Giovanni è avvenuta nell'aeroporto di Bologna. Qui, il nostro malcapitato ha noleggiato un'auto presso un servizio di noleggio di cui non faremo il nome per motivi di privacy. Giovanni ha usato l'auto per il tempo necessario e, poi, l'ha riconsegnata dove gli era stato indicato. Quando ha lasciato l'auto nel parcheggio dell'aeroporto, ha scattato anche le foto per dimostrare che fosse intatta. Nonostante ciò, il giorno dopo gli è arrivata una multa di 777 euro per il parabrezza rotto. 

Giovanni, quindi, ha controllato nuovamente le foto. Ma non è riuscito a scovare nessun difetto nel parabrezza. Dopo aver chiesto spiegazioni all'azienda, ha avuto la spiacevole notizia. Il servizio di noleggio auto ha spiegato che Giovanni deve pagare in virtù di un articolo del contratto secondo il quale quando la consegna avviene in orari in cui sul posto non è presente il personale dell'azienda, il cliente è responsabile per eventuali danni. "Questa clausola è praticamente illeggibile all'interno del contratto", ha denunciato Giovanni. Tuttavia, è presente e quindi probabilmente il cliente ha torto. Per questo, quando noleggiate un'auto, leggete con attenzione tutto il contratto, anche e soprattutto, le clausole scritte in maniera più illeggibile.

Noleggia l'auto in aeroporto e la riconsegna intatta ma gli arriva una multa di 777 euro per il parabrezza rotto: "Come mi hanno fregato"
Quando l'uomo ha scattato le foto, l'auto non era danneggiata

LEGGI ANCHE: Ragazza svolge un turno di 8 ore al supermercato ma non riceve lo stipendio. Il motivo è assurdo: "Nessuno si è accorto di me"