Elezioni Usa 2024, sentenza a favore di Trump spiana la strada al Tycoon: trema Joe Biden

Elezioni Usa 2024, sentenza a favore di Trump spiana la strada al Tycoon: trema Joe Biden

La scena politica americana è nuovamente scossa dal ritorno in campo di Donald Trump grazie a una sentenza favorevole. A questo si aggiunge la vittoria schiacciante nelle primarie repubblicane dello Stato dell'Iowa. Tutto ciò lascia i democratici in uno stato di allerta, ma la partita legale di Donald Trump è tutt'altro che chiusa.

La politica americana è nota per le sue sorprese, e l'ultima in ordine di tempo riguarda la sentenza della giudice Mary Sue Wilson, che ha aperto le porte a Donald Trump per la corsa alle primarie dello Stato di Washington. Questa decisione ha infranto le speranze di alcuni elettori che, appellandosi al 14° emendamento, speravano in un esito diverso. Un verdetto che ha causato non poco scalpore tra i ranghi democratici che si aggrappano alla fragile candidatura di Joe Biden.

Nei prossimi giorni, la Corte Suprema si pronuncerà su una questione simile proveniente dal Colorado, che potrebbe creare un precedente per casi analoghi in vari Stati del Paese. Questa decisione sarà cruciale per determinare il futuro politico di Trump e potrebbe avere un impatto significativo sulle elezioni presidenziali del 2024.

Elezioni Usa 2024, sentenza a favore di Trump spiana la strada al Tycoon: trema Joe Biden
Le elezioni presidenziali negli Stati Uniti d'America avranno luogo il 5 novembre 2024

La sentenza inaspettata: Donald Trump vicino alle elezioni

La recente vittoria di Trump nelle primarie repubblicane in Iowa è stata niente meno che strabiliante. Conquistando più del 50% dei voti e un distacco record di circa 30 punti percentuali, ha superato di gran lunga il primato di Bob Dole del 1988. Un risultato impressionante se si considera che nel 2016 Trump arrivò secondo in Iowa e da allora ha affrontato due impeachment e quattro processi penali.

Contrariamente alle previsioni, Ron DeSantis e Nikky Haley hanno avuto un testa a testa per il secondo posto, con DeSantis che ha ottenuto un leggero vantaggio. Ma, la differenza minima tra i due non ha influenzato significativamente la gara, lasciando aperta la sfida su chi potrebbe emergere come alternativa a Trump.

L'imprevedibilità della politica americana

"La politica è l'arte del possibile", come affermava il cancelliere tedesco Otto von Bismarck. Questa massima calza a pennello nel contesto delle attuali dinamiche politiche negli Stati Uniti. Il ritorno di Trump segna una svolta inaspettata e potenzialmente rivoluzionaria. Soprattutto considerando il suo passato turbolento e cosa potrebbe significare la sua vittoria alle presidenziali per il futuro degli Stati Uniti e del mondo intero.

Il panorama politico americano è notoriamente imprevedibile e la strada di Trump verso le elezioni presidenziali è tutt'altra che semplice. D'altronde, la sua abilità nel mobilitare la base repubblicana e la sua influenza sul panorama politico nazionale, tuttavia, sono indiscutibili. Vedremo se i vari problemi con la giustizia creeranno problemi più grandi all'ex Presidente degli Stati Uniti d'America.

LEGGI ANCHE: Vittorio Feltri: "Il saluto non è fascista ma romano, non capisco lo scandalo", e Bianca Berlinguer replica: "Perché in questo caso non è così"