Avvocato mostra il cartello di un bar e spiega: "Consumazione obbligatoria per usare il bagno? Ecco come stanno le cose"

Avvocato mostra il cartello di un bar e spiega: "Consumazione obbligatoria per usare il bagno? Ecco come stanno le cose"

Massimiliano Dona, avvocato specializzato in tutela dei consumatori, ha svelato cosa dice la legge sulla consumazione obbligatoria al bar prima di usare il bagno. 

Nelle città italiane, dove le vetrine dei bar e dei ristoranti invitano i passanti a una pausa ristoratrice, si cela una questione poco nota ma di grande interesse: il diritto di accedere ai servizi igienici in un locale privato. Massimiliano Dona, un avvocato specializzato in tutela dei consumatori e Presidente dell'Unione Nazionale Consumatori, ci offre una spiegazione illuminante su un dilemma che molti hanno incontrato almeno una volta: è legittimo che un barista neghi l'accesso al bagno a chi non ha consumato nel suo locale? Questa pratica, diffusa in molte città italiane, solleva interrogativi non solo sulle norme di cortesia e ospitalità, ma anche su quelle giuridiche e di diritto civile. Spesso, un bisogno umano fondamentale come quello di utilizzare il bagno si trasforma in una sorta di trattativa silenziosa: "Devo consumare per usare il bagno?" è la domanda non detta che aleggia tra cliente e gestore.

Il nostro esperto legale ci guiderà attraverso le sfumature di questa questione, spiegano quali sono i meccanismi legali che riguardano l'accesso ai servizi igienici in locali pubblici e privati. È davvero necessario ordinare un caffè per guadagnarsi il diritto di una visita al bagno? Oppure si tratta di una pratica commerciale che si scontra con principi di base del diritto?

Consumazione obbligatoria per usare il bagno: la spiegazione dell'avvocato

Massimiliano Dona ha registrato il video della spiegazione all'interno di un bar in cui è affisso un cartello molto chiaro: "Si avvisa la gentile clientela che i bagni sono riservati ai clienti previa consumazione, grazie". Ma, quindi, il cliente non ha libertà di usare il bagno di un bar senza aver consumato. Massimiliano spiega che le cose stanno proprio così. "La legge prevede sì l'obbligo per chi fa somministrazione, quindi bar e ristoranti, di avere un bagno, ma sono obbligati a metterlo a disposizione sollo della clientela pagante", spiega l'avvocato.

Avvocato mostra il cartello di un bar e spiega: "Consumazione obbligatoria per usare il bagno? Ecco come stanno le cose"
Il cartello del bar

Massimiliano, però, ha specificato un dettaglio. Infatti, sebbene questa sia la legge, ogni locale può imporre le proprie regole e, quindi, può essere più generoso nei confronti della clientela. Molti consumatori, commentando il video, si sono detti d'accordo con questa legge. "Io di solito la consumazione la faccio ugualmente anche se non la obbligo, mi stanno offrendo un servizio e anche un caffè è simbolo di ringraziamento", ha scritto un utente. "Con gentile richiesta non ho mai negato il bagno a nessuno", ha commentato il proprietario di un locale. E voi, cosa ne pensate?

LEGGI ANCHE: Avvocato mette in guardia chi acquista auto usate in concessionaria: "La garanzia è sempre biennale, tranne in questo caso"