Stasera in tv, appuntamento imperdibile che unisce cinema e teatro: un film pluripremiato

stasera in tv film teatro

Stasera in tv, su Rai 1, l'appuntamento è imperdibile con il film che unisce cinema e teatro. I visionari del teatro sono "I fratelli De Filippo", raccontati da Sergio Rubini "come se fossero i Beatles". 

Stasera su Rai 1 alle 21:30 andrà in onda I fratelli De Filippo (2021), il film di Sergio Rubini che narra la storia degli artisti napoletani come se fossero i Beatles. Questo appuntamento cinematografico è imperdibile per gli appassionati delle arti sceniche. La storia del trio De Filippo raccontata dalla pellicola è una perfetta unione tra cinema e teatro, nonché un appuntamento culturale importante per conoscere la storia artistica dell'Italia contemporanea.

stasera in tv film teatro
Peppino, Titina e Eduardo, i "Fratelli De Filippo" nel film di Sergio Rubini (2021).

 

Stasera in tv, un film imperdibile con il teatro dei Fratelli De Filippo

Il film ci trasporta nei primi anni del XX secolo, immergendoci nella storia affascinante di Peppino, Titina ed Eduardo, tre fratelli che condividono la vita a Napoli insieme alla loro affettuosa madre Luisa. Il capofamiglia, Eduardo Scarpetta, noto attore e drammaturgo di grande fama nell'epoca, è spesso assente a causa della sua vera natura di zio materno. Nonostante la mancanza del legame di sangue, i tre giovani, che adottano il cognome De Filippo dalla madre, vengono riconosciuti da Eduardo e vengono introdotti nel magico mondo del teatro fin dalla loro infanzia.

Tuttavia, questo profondo legame tra padre e figli si scontra con le rigide convenzioni sociali dell'epoca. Alla morte di Scarpetta, i tre fratelli si ritrovano esclusi dalla sua eredità, che viene suddivisa tra la prole legittima. Ma l'eredità più preziosa che il padre lascia ai giovani De Filippo è ben altra: il dono straordinario del talento. Grazie a questa straordinaria dote, i tre fratelli superano lo strappo familiare, unendo le loro forze e abbracciando la vocazione teatrale, trasformando così la loro esistenza in un'opera d'arte straordinaria.

Rubini racconta il trio De Filippo come fossero i Beatles

Sergio Rubini ha concepito il progetto di narrare la formazione del trio De Filippo come si racconterebbero i Beatles. Personaggi iconici nel mondo dell'arte e non solo, che hanno segnato un'epoca grazie alla loro intuizione e capacità visionaria. Questa audace idea è stata la sua ispirazione iniziale, condivisa con il suo produttore, prima di immergersi nell'opera. Durante la realizzazione, Rubini ha dimostrato un coinvolgimento emotivo profondo, catturando l'energia creativa di tre personalità vibranti e profondamente diverse, restituendo così l'atmosfera dell'epoca.

Il regista ha potuto contare sull'aiuto prezioso del direttore della fotografia Fabio Cianchetti e della scenografa Paola Comencini. I due sono stati collaboratori chiave nella ricerca della Napoli degli anni '30. Ogni dettaglio è stato curato con attenzione, e Rubini ha persino fissato talvolta i suoi personaggi in tableaux vivants, evocando l'estetica della pittura ottocentesca partenopea e i suoi riferimenti culturali.

Leggi anche: Promised Land, lobbisti contro Matt Damon: "Solo una parte di verità"