Bologna 'al rallentatore': multe oltre i 30 km orari, ma i cittadini fanno notare un dettaglio non trascurabile

bologna multe (2)

Bologna città 30, scattano le prime multe in città: i residenti devono percorrere una velocità molto bassa, pena una sanzione di 42 euro. In città cresce il malumore

Ve ne avevamo parlato in un recente articolo: un caso che aveva e sta facendo molto discutere. Quello, cioè, relativo alla nuova regola stradale che vige a Bologna: nel bellissimo capoluogo dell'Emilia-Romagna si può circolare a una velocità massima di 30 chilometri orari. Una tolleranza di massimo 5 chilometri: non di più. Se si supera questo limite, scatta la sanzione. E infatti le multe stanno già arrivando: oggi, come raccontano i media locali, sono già fioccate le prime sanzioni, nello sbigottimento generale. Lo scopo dell'amministrazione bolognese che ha voluto fortemente questa nuova regola, è chiaro: fermare gli incidenti e i morti stradali. In una città a misura d'uomo, che punta sempre di più alla valorizzazione degli spazi urbani, questa è una norma che vuole, chiaramente, scoraggiare l'uso dell'automobile.

Ma per coloro che non possono fare a meno di utilizzare un mezzo privato, con il quale percorrere lunghe distanze, magari per lavoro, rispettare il limite di velocità di 30 chilometri orari risulta non semplicissimo. Chi guida lo sa bene: 30 chilometri all'ora è quasi passo d'uomo. Ma una regola è una regola, e tocca rispettarla.
Occhio, dunque, a schiacciare troppo il pedale dell'acceleratore: il telelaser è pronto a captare l'eccessiva, per così dire, velocità. Questo, infatti, lo strumento ultra tecnologico a disposizione dei vigili urbani di Bologna, che possono così facilmente individuare chi corre troppo. Questa mattina, dicevamo, sono arrivate le prime multe. E non mancano le polemiche.

bologna multe

Bologna città 30, arrivano le prime multe. Polemica in città: "Così gli incidenti capiteranno lo stesso"

Alcuni automobilisti sono già stati 'pizzicati' dal telelaser: la sanzione ammonta alla salata cifra di 42 euro, ridotti a 29.40 se si paga entro i canonici cinque giorni. Il malumore tra i cittadini che a Bologna guidano cresce, e in queste ore si sta sollevando una questione parallela. Quella, cioè, relativa al timore di correre troppo, che indurrebbe l'automobilista a guardare ossessivamente il cruscotto, badando poco alla strada. "Così rischiamo di farli comunque gli incidenti, ma non per eccesso di velocità. Piuttosto, per eccesso di zelo".

Va comunque sottolineato che chi è al volante è avvisato con un certo anticipo: prima di arrivare al telelaser, l'automobilista, a 80 metri di distanza, viene aiutato da un'infovelox, con un apposito pannello luminoso che indica la velocità da rispettare.

LEGGI ANCHE >>> Roma, le contraddizioni della domenica ecologica spiegate dai cittadini: "Praticamente inutile"