Roma, le contraddizioni della domenica ecologica spiegate dai cittadini: "Praticamente inutile"

Domani, domenica 14 gennaio, la domenica ecologica arriva a Roma: ma il blocco del traffico non convince i cittadini, che sui social fanno notare quanto irrisoria sia una simile iniziativa, in mancanza di un serio piano contro lo smog

Mas que nada, dicono in Spagna. Meglio una domenica ecologica ogni tanto che il nulla assoluto: vero. Non stiamo sempre a lamentarci. Un atteggiamento positivo è un atteggiamento costruttivo, no? Però, però... come si fa a non pensare a tutto il resto intorno a questa domenica ecologica? Ci spieghiamo meglio: domani a Roma andrà in scena il blocco del traffico all'interno della fascia verde della Capitale. E', questa, la terza domenica ecologica di questa stagione, e prevede che in determinate fasce orarie (dalle 7.30 alle 12.30, e poi dalle 16.30 alle 20.30) non potranno circolare determinati veicoli. I soli consentiti sono quelli che, in buona sostanza, non inquinano granché. E quindi le auto elettriche e ibride, quelle benzina Euro 6, a gpl, metano, Bi-Fuel. Nessun divieto, naturalmente, per i veicoli con il contrassegno disabili, né per i mezzi dei servizi sharing. Poche le restrizioni per i veicoli a due ruote.

Ma, dicevamo, nei confronti di queste iniziative a quanto pare fortemente sostenute dal sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, c'è davvero molto scettiscismo. I cittadini non ci credono, non sostengono davvero questa 'cosa' che di tanto in tanto si ripresenta in città. Non è in atto una seria campagna di sensibilizzazione nei confronti della tematica che regge la domenica ecologica, e ci sono troppe contraddizioni a Roma. Questo tipo di iniziativa rischia, quindi, di sortire lo stesso effetto dell'elemosina: qualche spiccio al senzatetto per sentirci a posto con la coscienza, senza pensare, però, a cosa sarà di lui domani.domenica ecologica roma

Domenica ecologica a Roma, lo scettiscismo dei cittadini

Abbiamo raccolto un po' di opinioni trovate sui social. Romani che commentano la domenica ecologica nella loro città: vediamo cosa hanno detto.

"Ed ecco un'altra domenica ecologica per “sensibilizzare” i cittadini alla mobilità alternativa. Ma se io ancora posseggo un euro 2 vuol dire che l’ho usata pochissimo, perciò sono già ampiamente sensibile al problema. Invece, possono circolare tutti coloro che ogni due anni cambiano macchine e percorrono migliaia di chilometri come non ci fosse un domani: che contraddizione", scrive Massimo. "Approfittate per respirare a pieni polmoni", scrive Gianni, chiaramente ironico. "Hanno inquinato la città in tutti i modi possibili per anni e adesso fanno pagare a noi l'inquinamento che hanno prodotto, come se bastassero i veicoli a risolvere il "loro" problema", scrive un altro.

"Domenica ecologica, e poi tagliano migliaia di alberi", obietta Fabio su Facebook. "Che cosa ridicola! Serve solo per interrompere la sequenza dei giorni di sforamento dei livelli di inquinamento (se si supera per tot giorni di fila scatta la multa dalla Comunità Europea) non a diminuire il rischio costante a cui siamo tutti e tutti esposti".
E ancora: "Con intervallo partite e pranzi, escluso euro 5-6, gpl, metano, invalidi. Praticamente inutile, in assenza di un piano serio a medio e lungo termine". "Queste iniziative vengono fatte per costringerci a cambiare auto, l'inquinamento è solo un pretesto", scrive l'immancabile utente 'complottista'.
Il miglior commento secondo noi: "Se i mezzi pubblici funzionassero come si deve, tutti i giorni potrebbe essere domenica ecologica"Insomma, nessuno è d'accordo, nessuno ci crede.

LEGGI ANCHE >>> Roma, lascia gli zaini e le valigie in auto sul lungotevere e si allontana 5 minuti per prendere un caffè: al ritorno trova una spiacevole sorpresa