Napoli, 75enne esce per una visita medica e al suo ritorno trova la casa occupata: "Sono in mezzo a una strada"

napoli casa occupata

Napoli, casa occupata a una donna di 75 anni nel quartiere di Poggioreale. Un nuovo caso di occupazione abusiva di un appartamento, ancora una volta in Campania 

Il fenomeno dell'occupazione abusiva è tristemente assai diffuso nel nostro paese, e la Campana è una regione in cui imperversa. Tanti sono i casi che emergono, puntualmente, tutti i mesi, l'ultimo dei quali quello di una donna di 75 anni che ha vissuto 4 mesi da incubo. Una famiglia di persone di origini colombiane ha occupato l'appartamento in cui ha sempre vissuto. Siamo nel quartiere Poggioreale di Napoli, nell'area est della città. La donna, il cui nome è Anna, si era allontanata per un breve periodo di tempo per dedicarsi alla sua salute e sottoporsi a una serie di visite mediche ospedalizzate necessarie. Al suo rientro, la più amara delle sorprese: dinanzi alla porta di casa sua, un lucchetto. La serratura era stata cambiata: l'anziana non poteva più entrare nella sua stessa casa.

Napoli, casa occupata: 75enne cacciata dal suo appartamento. Come sono andati i fatti

Prima di lasciare la casa, la signora Anna aveva dato le chiavi dell'appartamento a una persona di fiducia. La quale, però, sembrerebbe essersi approfittata della situazione, autorizzando la famiglia di sudamericani ad occupare, senza alcun permesso della proprietaria, la casa. La vicenda è stata raccontata questa mattina a Storie Italiane, programma del mattino di Rai 1 condotto da Eleonora Daniele. "A questo punto posso pensare che questa persona abbia incassato dei soldi. Provo disprezzo per la cattiveria che ha avuto contro di me", ha detto Anna, amareggiata per quanto subito.

napoli casa occupata
La signora Anna intervistata a Storie Italiane, su Rai 1

 

Quel giorno inizia, dunque, il calvario della 75enne, madre, tra l'altro, di un ragazzo affetto da una disabilità al 100%. "Una casa che ha per me un valore affettivo. Mi hanno cacciata, sono rimasta in mezzo a una strada. Il mio appartamento è diventato un porto di mare: vanno e vengono persone, che non sono mai le stesse. Non pagavano neanche le utenze. Mi dicevano che se ne sarebbero andati, ma posticipavano la data di settimana in settimana".
Questa
mattina, finalmente, la svolta: Anna è riuscita a riprendere possesso della sua casa. Il calvario è finito.

Un caso simile, sempre in Campania

Un caso simile ve lo avevamo raccontato qualche mese fa. La vicenda, verificatasi ancora una volta in Campania, aveva seguito la stessa dinamica. Protagonista della spiacevole disavventura un uomo sulla quarantina, Umberto. Era uscito per recarsi al lavoro, e al suo rientro ha trovato la sua casa occupata da due donne con dei minori a carico. Circostanza assai complessa: gli occupanti in un primo momento non potevano esser mandati via proprio a causa della presenza di bambini. Tutti i dettagli della vicenda in questo articolo.

LEGGI ANCHE >>> Vuole vedere la casa in affitto ma il proprietario gli fa una strana richiesta: "Ho capito subito che era un truffa, state attenti"