Livorno, il nobile gesto dei tifosi commuove la squadra: "Orgogliosi della nostra gente"

Livorno gesto tifosi squadra

Quando lo sport va oltre il semplice gioco: i tifosi della squadra di basket Caffè Toscano Pielle Livorno hanno compiuto un gesto di grande spessore umano e sociale, donando un defibrillatore alla loro città. Un'iniziativa che non solo rafforza il legame tra la squadra e la comunità ma dimostra come lo sport possa essere un veicolo di solidarietà e impegno civico.

Il basket a Livorno non è solo una passione, ma un vero e proprio simbolo di appartenenza e di comunità. E i tifosi della Caffè Toscano Pielle Livorno lo hanno dimostrato ancora una volta, con un nobile gesto che va oltre ogni aspettativa: la donazione di un defibrillatore al Comune. Questo gesto, oltre a mostrare un profondo senso di responsabilità sociale, sottolinea il forte legame tra la squadra e la città, un rapporto che supera i confini del campo di gioco e si radica nella vita quotidiana dei cittadini.

Azioni come queste dimostrano che lo spirito di squadra e la solidarietà possono fare la differenza. In occasione del derby di pallacanestro con la Libertas, i tifosi della Pielle hanno scelto di fare qualcosa di concreto per la loro città, trasformando un evento sportivo in un'occasione di impegno civico. Il defibrillatore, consegnato alla vicesindaca Libera Camici, sarà valutato dagli uffici tecnici per la sua definitiva collocazione, contribuendo a rendere Livorno una città più sicura e cardio-protetta.

livorno gesto tifosi squadra
La squadra di basket Pielle Livorno è un punto di riferimento per la città.

 

Livorno, il nobile gesto dei tifosi commuove la squadra di basket

La donazione del defibrillatore da parte dei tifosi della Caffè Toscano Pielle non è un evento isolato. È parte di un percorso di impegno e generosità che caratterizza questa comunità sportiva. La squadra, insieme ai suoi sostenitori, ha già donato altri due defibrillatori in passato, mostrando un costante impegno per la sicurezza e il benessere della città. Ogni defibrillatore rappresenta un salvavita potenziale, una risorsa preziosa per affrontare situazioni di emergenza e salvare vite umane.

Il primo defibrillatore è stato donato il 22 luglio 2018 e installato allo Chalet di Ardenza, mentre il secondo, donato il 16 febbraio 2022, è stato posizionato presso la curva sud dello stadio Armando Picchi. Queste donazioni sono il segno tangibile di un legame indissolubile tra la squadra, i suoi tifosi e la città di Livorno. "Siamo orgogliosi della nostra gente", così si legge sul comunicato della squadra pubblicato sulla pagina Facebook. Non si tratta solo di un ringraziamento formale, ma di un riconoscimento sincero dell'importanza di costruire una comunità basata su valori come la solidarietà e il sostegno reciproco. Anche la vicesindaca Libera Camici ha espresso la sua gratitudine, sottolineando come il vero spirito sportivo trascenda il campo di gioco e si manifesti in gesti di generosità e alto valore civico.

Leggi anche: I saldi non fanno miracoli: per fermare la crisi del commercio in Italia serve molto di più