Stati Uniti, Gypsy Rose ordinò l'assassinio di sua madre: adesso è influencer

Gypsy Rose Stati uniti

Il caso di Gypsy Rose Blanchard, fenomeno mediatico negli Stati Uniti,  ha suscitato un interesse globale e sollevato numerose questioni riguardo alla società contemporanea.

La crescente ossessione del pubblico per storie di omicidi reali e documentari ha proiettato Gypsy Rose Blanchard, una donna americana di 32 anni, nell'occhio del ciclone mediatico. Dopo la sua liberazione il 28 dicembre, ha rapidamente accumulato oltre 8 milioni di seguaci su Instagram e ricevuto milioni di "mi piace" per ogni suo post.

Ma cosa ha fatto Gypsy Rose Blanchard? La sua condanna si riferisce all'omicidio di secondo grado di sua madre, Dee Dee Blanchard, per il quale è stata condannata a 10 anni di prigione. L'omicidio stesso è stato commesso da Nicholas Godejohn, il suo fidanzato dell'epoca, che ha acconsentito all'atto su richiesta di Gypsy. Godejohn, invece, è stato condannato all'ergastolo in primo grado e successivamente rilasciato con tre anni di anticipo.

stati uniti gypsy rose
Gypsy Rose Blanchard e suo marito Ryan Scott Anderson.

 

La storia di Gypsy Rose, dal carcere al mondo influencer

Il movente dell'omicidio risale alla situazione unica in cui Gypsy si trovava. Era stata isolata dal mondo esterno dalla madre, Dee Dee, che soffriva di sindrome di Munchausen. Questo disturbo la portava a credere erroneamente che Gypsy fosse gravemente malata e l'aveva costretta a comportarsi di conseguenza. Dee Dee aveva addirittura rasato la testa di Gypsy convinta che avesse la leucemia e l'aveva tenuta su una sedia a rotelle senza motivo apparente. Inoltre, aveva sottoposto Gypsy a interventi chirurgici non necessari senza il suo consenso.

Al processo, Gypsy Rose Blanchard ha confessato il desiderio di liberarsi dalla madre oppressiva. L'omicidio di Dee Dee è stato scoperto il 4 luglio 2015, quando il suo corpo è stato trovato nella loro casa nel Missouri. Gypsy e Nicholas sono stati successivamente arrestati in Wisconsin, dove si erano trasferiti.

Il fenomeno mediatico attorno a Gypsy Rose negli Stati Uniti

Il fenomeno mediatico attorno a questa storia ha generato diversi documentari e fiction. La HBO è stata la prima a esplorare il caso con "Mommy Dead and Dearest" nel 2017. Un anno dopo è stato rilasciato un altro documentario chiamato "Gypsy's Revenge". Mentre nel 2019 Lifetime e Hulu hanno realizzato la miniserie "The Act", basata su questo caso. Di recente, in concomitanza con la liberazione di Gypsy dal carcere, è stato pubblicato uno speciale intitolato "Prison Confessions of Gypsy Rose Blanchard".

Un altro aspetto che ha suscitato interesse riguarda la relazione tra Gypsy Rose e Nicholas Godejohn, che si erano dichiarati "ciecamente innamorati" l'uno dell'altro. Tuttavia, una volta in carcere, hanno terminato la loro relazione. Inoltre, mentre scontava la sua pena, nel 2022, Gypsy Rose ha annunciato di essersi fidanzata con Ryan Scott Anderson, un insegnante di liceo con cui aveva scambiato delle lettere. La coppia si è persino sposata dietro le sbarre lo stesso anno.

Leggi anche: Bologna, multe per chi supera i 30km/h in centro: "Grazie alla tecnologia"