Lazio, il borgo di 200 abitanti immerso nella natura: viaggio relax sul lago cristallino

lazio borgo (1)

Lazio, il borgo di poco più di 200 abitanti che sembra scolpito tra le montagne della Riserva naturale Monti Navegna e Cervia. Siamo in provincia di Rieti, e questa è la storia di Ascrea

Credere nei territori come luogo di comunità, di rinascita collettiva e sociale, nell'ottica del recupero di quello che non deve essere perduto. La storia, le tradizioni, le radici. Questa è la storia di Ascrea, nel Lazio, un borgo di poco più di 200 abitanti che sta vivendo una rinascita bellissima. Tutto merito dei cittadini più giovani di questo centro, che hanno deciso di restare e di ricostruire. Contro l'abbandono dei borghi storici, sempre più disabitati e, per questo, privati della loro vita, le ultime generazioni di Ascrea si sono rimboccate le maniche per far sì che il loro posto del cuore non smetta mai di essere se stesso. L'amministrazione e la locale Pro loco hanno, così, intrapreso un virtuoso percorso di recupero delle tradizioni, oggi portata avanti con successo in questo borgo che vale la pena visitare. Venite con noi alla scoperta di Ascrea.

Lazio, il borgo di circa 200 abitanti immerso nella natura: l'incanto di Ascrea

Ascrea è un piccolo e suggestivo borgo incastonato nell'ambiente naturale dei Monti Carseolani, una sotto-catena dei Monti Simbruini, caratterizzati da paesaggi montani mozzafiato, foreste lussureggianti e una biodiversità ricca.
Dal punto di vista geografico, Ascrea si erge in una posizione privilegiata, dominando la valle del lago del Turano, un bacino artificiale che offre uno spettacolo naturale di grande bellezza. La sua posizione elevata e il suo contesto ambientale lo rendono una destinazione ideale per gli amanti del trekking e delle attività all'aria aperta.

Storicamente, Ascrea vanta origini antiche. Sebbene le prime documentazioni ufficiali risalgano al Medioevo, la presenza umana nel territorio è molto più antica, come testimoniato dai ritrovamenti archeologici risalenti all'epoca romana e pre-romana. Nel corso dei secoli, Ascrea ha mantenuto intatto il suo carattere medievale, visibile nell'architettura del borgo, con strette viuzze e case in pietra che si armonizzano perfettamente con il paesaggio circostante.

Ma, come detto in apertura, Ascrea è un borgo noto per le sue tradizioni e feste popolari, che la nuova amministrazione sta riproponendo, anche per attrarre un maggior numero di visitatori, per un autentico assaggio della cultura locale. Di seguito, le foto dell'evento dell'appena trascorsa Epifania: la banda di Cittaducale ad Ascrea, in posa con il sindaco Riccardo Nini.

lazio borgo
Fonte: Riccardo Nini sindaco_Facebook

 

Il Lago di Turano

Tra i luoghi di interesse turistico di Ascrea, spicca il già citato Lago del Turano: un luogo ideale per gli amanti della pesca, del canottaggio e delle passeggiate in riva al lago. Il lago offre anche splendidi scenari per gli appassionati di fotografia.
Da non perdere una visita alla Chiesa di San Nicola, un edificio religioso che si distingue per il suo stile architettonico e per le opere d'arte che conserva al suo interno. Vale la pena avventurarsi lungo i tanti percorsi escursionistici in zona: numerosi sentieri permettono di esplorare la natura incontaminata che circonda il borgo, offrendo viste panoramiche e occasioni per avvistare la fauna locale.

LEGGI ANCHE >>> Sicilia, il borgo dalle viuzze strette e dalle ripide scalinate