Vuole vedere la casa in affitto ma il proprietario gli fa una strana richiesta: "Ho capito subito che era un truffa, state attenti"

Vuole vedere la casa in affitto ma il proprietario gli fa una strana richiesta: "Ho capito subito che era un truffa, state attenti"

Una nuova truffa sta colpendo chi è in cerca di case in affitto: l'avvocato specializzato in tutela dei consumatori mette in guardia.

In Italia, la ricerca di una casa in affitto si sta trasformando in un'odissea sempre più complicata e rischiosa, specialmente nelle grandi città dove il caro affitti sta raggiungendo livelli senza precedenti. Questa situazione di crisi abitativa non solo sta mettendo sotto pressione le finanze di innumerevoli individui e famiglie, ma sta anche dando vita a un fenomeno allarmante: l'aumento delle truffe nel mercato degli affitti. La disperazione di trovare un tetto sotto cui vivere a un prezzo accessibile sta spingendo molte persone ad approfittare di questa situazione. I truffatori sfruttano la vulnerabilità delle persone, offrendo affitti apparentemente convenienti o posizioni desiderabili, per poi scomparire nel nulla una volta ricevuto il deposito o il primo canone di affitto.

In passato, vi avevamo svelato diverse truffe legate al mondo degli affitti. Per esempio, quella della finta agenzia che vuole un deposito di 10 euro per prenotare la visita dell'appartamento. Oppure, quella del falso database venduto dalle agenzie immobiliari che non contiene gli annunci che interessano al cliente. C'è poi chi chiede i documenti dell'affittuario per usarne i dati sensibili. A tutte queste truffe che già abbiamo svelato, se ne aggiunge un'altra che, come afferma Massimiliano Dona, avvocato specializzato in tutela dei consumatori, è la più frequente.

Vuole vedere la casa in affitto ma il proprietario gli fa una strana richiesta: "Ho capito subito che era un truffa, state attenti"
Il caro affitti è uno dei motivi che ha scatenato l'aumento delle truffe

La truffa più frequente tra chi cerca casa in affitto

In un video pubblicato sui suoi canali social Massimiliano Dona, Presidente dell'Unione Nazionale Consumatori, spiega i dettagli della truffa del proprietario indaffarato. Se vi sembra di aver trovato la casa dei vostri sogni a un prezzo accessibile, state attenti a questa truffa. Infatti, sempre più spesso, chi è alla ricerca della casa denuncia che a volte risponde il proprietario indaffarato, stanco delle incessanti chiamate, che afferma di affittare la casa al primo che versa un anticipo. Ma, molto spesso, non è finita qui. Infatti, dopo aver bloccato l'offerta, come spiega Massimiliano Dona, l'affittuario può richiamare e chiedere 2-3 mensilità per la stipula del contratto.

Ovviamente, tutto ciò è falso e i soldi pagati vanno a finire direttamente nelle tasche dei truffatori. Molti utenti, nei commenti al video, hanno ammesso di essere incappati in una truffa del genere. "E' successo a me, ma ho capito sin da subito che si trattava di una truffa", ha commentato una ragazza. Nel suo caso, l'affittuario ha chiesto di versare i soldi per vedere la casa ad Airbnb in quanto lui era indaffarato in Svizzera e una terza persona avrebbe mostrato l'appartamento. E voi, avete mai incontrato una truffa del genere?

LEGGI ANCHE: Liguria, fa la spesa al discount e denuncia la truffa: "Vado lì per risparmiare ma mi fregano sempre, controllate lo scontrino"