Ravenna, madre e figlia giù dal 9° piano: la bimba di 2 anni è morta, sopravvissuta la donna

ravenna

Ravenna sotto shock: una donna di 41 anni si è lanciata dal 9° piano di un palazzo insieme alla figlia di 2 anni. La bimba è morta sul colpo, ricoverata in gravi condizioni la mamma.

Un'altra tragedia che coinvolge minori, in una spirale assurda e inspiegabile di violenza che sta attraversando, da settimane, la Penisola. E' notizia dell'ultim'ora quella che arriva da Ravenna, dove una donna di 41 anni si è lanciata dal 9° piano di un edificio trascinando con sé anche la figlioletta di 2 anni. La bimba, purtroppo, è deceduta sul colpo: l'impatto tremendo l'ha uccisa all'istante. Sopravvissuta invece la madre, al momento ricoverata in condizioni disperate all'ospedal Bufalini di Cesena.

Sul caso, sconvolgente, sono appena state avviate le indagini. In casa, a quanto si apprende dalle primissime indiscrezioni, ci sarebbe stato il papà della bimba, il quale non si sarebbe accorto del folle gesto della compagna. L'uomo si sarebbe accorto della tragedia solo in un secondo momento, avvertito dalle volanti della polizia arrivate sul posto dopo essere state allertate dai residenti della zona. La donna, oltre alla bambina, prima di lanciarsi nel vuoto ha abbracciato, trascinandolo giù con sé, anche il cane di famiglia, un meticcio nero anch'esso trovato morto.

ravenna (1)

Ravenna, madre si lancia nel vuoto trascinando la figlioletta di 2 anni: la piccola è morta

La pista principale ipotizzata dagli inquirenti considera l'ipotesi del suicidio. Accertamenti sono, comunque, in corso, per chiarire la dinamica dell'episodio, consumatosi alle 7.15 circa in un edificio non lontano dal centro di Ravenna, in via Dradi. La donna è ora ricoverata in gravissime condizioni. Potrebbe aver scavalcato un'impalcatura esterna che circonda il palazzo da cui è precipitata con la sua bambina.

A quanto pare, alcuni testimoni avrebbero riferito di aver sentito la piccola urlare: "No, mamma!", in un estremo tentativo di far cambiare idea alla donna. Le ultime parole di un'anima innocente, strappata alla vita nel modo più atroce.

I casi precedenti

Ben due i casi praticamente identici che si sono consumati nelle ultime settimane in Italia. Il primo a Palermo poco prima del giorno di Natale: un bambino di 4 anni è precipitato per 20 metri insieme al papà. L'uomo, un professore universitario di 38 anni, è deceduto. Il piccolo, invece, si è miracolosamente salvato. Viva, per fortuna, anche la bimba di 5 anni che a Cinto Caomaggiore, in provincia di Venezia, è stata lanciata giù dal terrazzo della casa in cui, con il papà, stava trascorrendo le vacanze natalizie. La piccola è sopravvissuta, così come il papà, arrestato per tentato omicidio.

LEGGI ANCHE >>> Emilia-Romagna, chiude l'ultimo minimarket del paese. "Dove faremo la spesa?", cittadini avviliti