Pompei, mostra le foto del pranzo e scoppia la polemica: "Definirla frittura di gamberi e calamari è dura", ma la turista fa notare un dettaglio

Pompei, mostra le foto del pranzo e scoppia la polemica: "Definirla frittura di gamberi e calamari è dura", ma la turista fa notare un dettaglio

Un signora ha condiviso la sua esperienza gastronomica a Pompei, suscitando una dura polemica: la foto della frittura e lo scontrino del pranzo.

Pompei, una città avvolta dal fascino di un tempo che non c'è più, è oggi al centro di un'insolita polemica. Questo piccolo comune è diventato celebre per essere stata, nell'antica Roma, una famosa città, sepolta sotto una coltre di cenere e lapilli dall'eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. Pompei, così, è diventata un emblema mondiale dell'archeologia, attirando ogni anno milioni di visitatori desiderosi di calpestare le strade del Parco archeologico e di immergersi in un passato quasi intatto. Gli scavi archeologici di Pompei offrono uno spaccato unico della vita quotidiana dell'epoca romana, con le sue domus affrescate, i suoi templi e i suoi fori, che sembrano quasi aspettare il ritorno dei loro antichi abitanti. Accanto a questo inestimabile patrimonio, sorge il venerato Santuario della Beata Vergine del Rosario, meta di pellegrinaggi e di devozione, che aggiunge anche uno strato di spiritualità alla città.

Tuttavia, come tutte le località turistiche, anche Pompei è piena delle cosiddette 'trappole per turisti'. Questo fenomeno vede esercenti e ristoratori approfittare dell'ingenuità dei visitatori, offrendo servizi e prodotti a prezzi esorbitanti. L'ultima controversia in ordine di tempo riguarda un pranzo a Pompei che ha scatenato un acceso dibattito sui social media. La cliente è soddisfatta del pranzo ma agli utenti del web non ha convinto.

La polemica sulla frittura a Pompei

La turista in visita a Pompei, dopo aver visitato gli scavi, si è fermata a pranzare in un ristorantino di cui non faremo il nome per motivi di privacy. La signora è stata attirata dalla possibilità di scegliere il menù fisso di mare a 18 euro. Tra i vari piatti, la cliente del ristorante ha scelto le trofie gamberetti e zucchina, la frittura di gamberi e calamari e le patatine fritte. Il primo piatto ha un ottimo aspetto e sembra molto invitante, tuttavia la frittura di gamberi e calamari ha suscitato una focosa polemica. In molti, infatti, hanno fatto notare la scarsità della frittura: solo 2 gamberi e 5 anelli di calamaro. 

Pompei, mostra le foto del pranzo e scoppia la polemica: "Definirla frittura di gamberi e calamari è dura", ma la turista fa notare un dettaglio
Le foto del primo e dello scontrino del ristorante di Pompei

"E' difficile definirla una frittura", ha commentato un utente del web. "Mi mette tristezza sta frittura!", ha scritto un altro membro del gruppo in cui è stata condivisa l'esperienza del pranzo. "Fritto misero più che fritto misto", ha scritto con ironia un'altra persona. Tuttavia, alcuni hanno fatto notare che per il prezzo pagato la quantità di pesce è più che giusta. E la stessa cliente ha confermato di essere soddisfatta del pranzo e del rapporto qualità-prezzo. E voi, da che parte state?

Pompei, mostra le foto del pranzo e scoppia la polemica: "Definirla frittura di gamberi e calamari è dura", ma la turista fa notare un dettaglio
La frittura di pesce che ha generato la polemica

LEGGI ANCHE: Ariccia, comitiva di 6 persone racconta il pranzo in osteria: "Buono ed economico, questo è lo scontrino", ma il paragone col passato non regge