Brasile, 70enne scava una buca di 40 metri in cucina: "Perché l'ho fatto", non finisce bene

brasile anziano buca cucina

Brasile, la tragica storia di Joao, 73enne convinto che sotto la sua cucina si nascondesse un tesoro

Liberarsi di un'ossessione è quasi impossibile. Ci tormenta, ci scava nella mente, giorno dopo giorno, assillandoci. Fin quando non l'assecondiamo, non la lasciamo vincere e ne diveniamo succubi. Fino a perdere del tutto i lumi della ragione. E' quanto sembra essere successo a Joao, un uomo di 73 anni protagonista, suo malgrado, di una storia che dal Brasile ha fatto in poche ore il giro del mondo. L'uomo ha scavato, prima da solo e poi con l'aiuto di volontari che pagava, una buca profondissima sotto il pavimento della cucina di casa sua.

Joao Pimenta da Silva, questo il nome per esteso dell'anziano, aveva sognato che sotto la sua cucina fosse sepolto un tesoro. Tanto era bastato per convincerlo di tentare una vera impresa, che ha occupato gli ultimi giorni della sua vita. Terminata bruscamente proprio per colpa di quell'ossessione. Più di un anno ha trascorso inseguendo la convinzione di diventare, finalmente, ricchissimo: un sogno che ha accarezzato e coltivato tutti i giorni, sicurissimo che si sarebbe avverato. Ma così, purtroppo, non è stato.

Brasile, 73enne scava una buca di 40 metri sotto il pavimento della sua cucina: la storia ha un finale drammatico

Un tesoro sepolto: un sogno che abbiamo fatto tante volte da bambini, affascinati dalle storie dei pirati, che dedicano la loro vita alla ricerca del pentolone carico di meraviglie. Un sogno a cui Joao ha creduto, nonostante, o forse proprio a causa della sua età avanzata. Dopo aver cominciato per conto proprio la non facile impresa, il 73enne, quando ormai non poteva più procedere da solo, avrebbe anche pagato dei volontari per proseguire le operazioni di scavi. Andate avanti fino a quando la buca non ha raggiunto la sostanziosa profondità di 40 metri.

brasile anziano buca cucina (1)

Le spese si facevano via via più difficili da sostenere, per l'anziano: più la buca si allungava, più difficile era continuare a scavare. Ed è chiaro che gli operai assoldati da Joao glielo facevano notare, pretendendo più soldi via via che i lavori procedevano. Così un giorno, l'uomo decide di proseguire i lavori da sé. Andando, così, incontro alla morte: Joao è caduto nella sua stessa buca venerdì scorso, 5 gennaio. A quanto pare, il 73enne avrebbe perso l'equilibrio mentre rimuoveva acqua e fango dal pozzo. Impossibile salvarlo: l'uomo è precipitato nel vuoto, da un'altezza che equivale a quella di un palazzo di 12 piani. La sua ossessione, alla fine, l'ha ucciso.

LEGGI ANCHE >>> Bangladesh, turista italiano viaggia sul tetto del treno: "Qui è legale", ma i cittadini locali gli fanno notare un dettaglio