Tortelli cremaschi, il piatto che rivoluzionerà il capodanno: la ricetta

Tortelli cremaschi ricetta

Immaginate una tavola festiva, luci scintillanti, e al centro, un piatto che incarna la tradizione e l'innovazione: i Tortelli Cremaschi. Questo piatto, radicato nella storia culinaria lombarda, sta emergendo come una scelta rivoluzionaria per il cenone di Capodanno. Ma cosa rende questi tortelli così speciali? La ricetta originale.

Nella regione Lombardia, specificamente nella provincia di Cremona, i Tortelli Cremaschi hanno una lunga storia. Originariamente preparati durante le feste e le celebrazioni, questi tortelli non sono il tipico primo piatto. La loro unicità risiede nell'insolito ripieno dolce, una combinazione sorprendente di amaretti, uvetta, scorza di limone e mostarda cremonese. Una tradizione secolare che racconta di un tempo in cui il confine tra dolce e salato era più sfumato, e i sapori audaci erano celebrati.

I Tortelli Cremaschi recentemente sono diventati un piatto in voga per il Capodanno. La loro complessità di sapori e la ricchezza del ripieno li rendono perfetti per un'occasione così speciale, offrendo un'esperienza culinaria unica e memorabile ai commensali. Ma come si preparano questi deliziosi tortelli?

Tortelli Cremaschi ricetta
I tortelli cremaschi sono il piatto che rivoluzionerà il capodanno.

 

La ricetta originale dei tortelli cremaschi

Per creare questi tortelli unici, è fondamentale seguire la ricetta originale. Iniziate preparando la pasta all'uovo: mescolate 400 grammi di farina con 4 uova intere fino a ottenere un impasto liscio ed elastico. Lasciatelo riposare mentre preparate il ripieno.

Il ripieno dei Tortelli Cremaschi è ciò che li distingue. Cominciate macinando finemente 150 grammi di amaretti. Aggiungete 100 grammi di uvetta, precedentemente ammollata in acqua tiepida e poi strizzata, la scorza grattugiata di un limone e 100 grammi di mostarda cremonese tritata. Per dare equilibrio al ripieno, incorporate 100 grammi di Parmigiano Reggiano grattugiato, un pizzico di sale, e infine amalgamate con due uova. Questo ripieno dolce-salato è il cuore pulsante del piatto.

Stendete l'impasto della pasta in sfoglie sottili e disponete piccole quantità del ripieno a intervalli regolari. Ricoprite con un'altra sfoglia di pasta e tagliate i tortelli con una rotella dentata. Cuoceteli in abbondante acqua salata per circa 3-4 minuti e serviteli caldi, conditi semplicemente con burro fuso e salvia. Il risultato è un valzer di sapori che ondeggia tra dolce e salato, tradizione e innovazione.

Un piatto che conquista i palati

La crescente popolarità dei Tortelli Cremaschi è un esempio lampante di come le tradizioni culinarie possano evolversi e adattarsi ai gusti moderni. La loro capacità di coniugare il passato e il presente, offrendo un'esperienza che sfida le convenzioni, li rende un'opzione eccellente per un cenone di Capodanno indimenticabile.

Questo piatto, con il suo intrigante mix di dolce e salato, rappresenta un esempio vivido di come la cucina italiana, pur rimanendo fedele alle sue radici, sia in grado di rinnovarsi e sorprendere. I Tortelli Cremaschi non sono solo un piatto, ma un viaggio nella storia e nella cultura della Lombardia.

Leggi anche: Cena di Capodanno, 5 ricette di antipasti freddi: tartine gourmet e crostini sfiziosi