Ornitologo spiega le tragiche conseguenze dei botti di Capodanno sugli uccelli: "Mi auguro per questo 2024 un’esplosione di buon senso"

Ornitologo spiega le tragiche conseguenze dei botti di Capodanno sugli uccelli: "Mi auguro per questo 2024 un’esplosione di buon senso"

Mentre ci avviciniamo a Capodanno, l'ornitologo Rosario Balestrieri ci ricorda le conseguenze dei botti e dei fuochi d'artificio sugli uccelli.

La notte di Capodanno è sinonimo di celebrazione, ma i suoi effetti sul mondo animale sono spesso trascurati. L'ornitologo Rosario Balestrieri, in un post su Facebook, ha evidenziato l'impatto devastante dei fuochi d'artificio sugli uccelli selvatici, e non solo. Questi festeggiamenti, infatti, oltre a creare ansia e paura tra gli animali, sia domestici che selvatici, possono portarli a situazioni di vero e proprio pericolo e, in molti casi, di morte.

Condividendo dati scientifici e esperienze personali, Balestrieri mostra la realtà cruda di questa tradizione. Ogni anno, in paesi come la Svizzera e la Germania, centinaia di migliaia di uccelli perdono la vita a causa dell'intenso stress e del panico provocati dai botti. Purtroppo, il fenomeno non è limitato solo a questi paesi, ma si estende anche all'Italia, dove la densità di avifauna nei mesi invernali rende gli uccelli particolarmente vulnerabili durante le celebrazioni di Capodanno. A differenza di altri paesi, però, in Italia non sono mai stati condotti studi in grado di quantificare l'entità del fenomeno.

Ornitologo spiega le tragiche conseguenze dei botti di Capodanno sugli uccelli: "Mi auguro per questo 2024 un’esplosione di buon senso"
Fuochi d'artificio: un piacere per l'uomo che crea dolore negli animali

Botti di Capodanno: le conseguenze sugli uccelli selvatici

Le ricerche citate dall'ornitologo evidenziano come i fuochi d'artificio causino negli uccelli un aumento della frequenza cardiaca e respiratoria, il rilascio di ormoni dello stress e disorientamento. Questo non solo mette a rischio la vita degli uccelli, ma compromette anche la loro capacità di orientarsi e sopravvivere nel loro habitat naturale. Inoltre, anche altri animali, come cani e gatti domestici, spaventati dai botti, possono fuggire e smarrirsi, aggiungendo un ulteriore strato di preoccupazione per i proprietari di animali.

Oltre agli effetti sugli animali, Balestrieri sottolinea anche le conseguenze ambientali dei fuochi d'artificio, come l'inquinamento atmosferico e il rilascio di sostanze nocive come ossidi di azoto, zolfo e metalli pesanti. Da questo punto di vista, l'ornitologo porta l'esempio di Milano, dove, secondo uno studio di ARPA Lombardia, il 6% delle emissioni totali di PM10 (polveri sottili) in Lombardia è prodotto dai fuochi d’artificio esplosi a Capodanno.

Un Capodanno responsabile per un futuro più nonsapevole e sostenibile

L'ornitologo conclude il suo appello con una domanda provocatoria: "Che senso ha inserire la biodiversità nella nostra Costituzione se non siamo disposti a rinunciare a botti e fuochi d’artificio per la sua salvaguardia?". La sua proposta è un invito a una "esplosione di buon senso", un richiamo a celebrare le festività in modo più consapevole e rispettoso dell'ambiente e degli animali che condividono il nostro mondo.

LEGGI ANCHE: Paccheri al salmone con gamberi e pistacchio, la ricetta veloce per il cenone di Capodanno: "Puoi preparare il condimento anche prima"