Spagna, il prete cattura l'attenzione di tutti: è la star della festa

prete star spagna

Padre Manuel Barrera ha stupito tutti a colpi di danza durante i festeggiamenti natalizi di Jerez. Il prete andaluso balla un flamenco che è pura arte: "Sono legato alla chiesa ma anche alla mia terra". Ecco il video diventato virale sulle reti sociali.

Si chiama Manuel Jesús Barrera, è il vicario della parrocchia di Las Viñas e cappellano dell'Ospedale di Jerez. Padre Barrera però ci tiene a sottolineare che è soprattutto andaluso e ama l'arte della sua terra. Nelle ultime ore un suo video è diventato virale sui social. Nella registrazione lo si vede ballare flamenco alla festa natalizia che la confraternita "Hermandad de las Angustias" ha tenuto a Jerez, in Spagna. Il legame con la chiesa non si mette in discussione, ma di sicuro non è un ostacolo per Manuel, che nel flamenco sente il legame viscerale con l'Andalusia, nelle quali vallate, a sud della Spagna, è nato e cresciuto. Il suo entusiasmo e bravura hanno abbagliato il web e il video che lo vede ballare le bulerías - uno stile del flamenco - è virale sui social.

prete star spagna
Padre Manuel Barrera stupisce tutti ballando flamenco durante una festa natalizia di Jerez in Spagna.

 

Il prete Manuel Barrera stupisce tutti quando balla flamenco, in Spagna è una star

Padre Manuel Barrera adesso è una vera star, ma non solo sul web. Quello stesso sabato, dopo aver ballato a Plaza Angustias, si è esibito davanti a centinaia di persone. Il flamenco che ostenta una sensualità carica di orgoglio e dignità, non si associa spesso alla vita religiosa nell'immaginario collettivo. Forse per questo il caso del "prete che balla flamenco" è diventato subito virale, suscitando stupore in chi ne sentisse parlare. La stessa peña flamenca La Bulería di Jerez, gli ha chiesto di accompagnare i canti natalizi del coro Gloria Bendita. Così Manuel Barrera ha ballato davanti a una folta platea di locali e stranieri.

La sicurezza di sé è fuori discussione, ma anche la sua passione per la danza popolare, punto di congiunzione tra l'uomo e il territorio. Questo legame viscerale in Andalusia è espresso dal flamenco, dichiarato Patrimonio dell'Umanità UNESCO nel 2010. La sua musica così come le danze hanno una storia di magliaia di anni e sono una preziosa testimonianza delle vicende delle popolazioni che probabilmente dalla penisola balcanica e dal medio-oriente sono arrivate fino al sud della Spagna. Il loro bagaglio culturale adesso viene fatto rivivere ogni giorno e forma l'identità culturale andalusa, un concetto meticcio che vive della contaminazione tra diverse culture.

"Se non posso ballare allora non è la mia rivoluzione", direbbe Emma Goldman. Un motto che sposerebbe sicuramente anche il padre Manuel Barrera: il suo esempio ci ricorda dell'importanza del tenere vivo e raccontare il legame con la propria terra e la propria storia.

Leggi anche: Il veterinario non ha mai visto niente di simile: la cagnolina ha una strana abitudine