Cotechino con lenticchie in crosta di sfoglia: una versione croccante e gustosa della ricetta classica

Cotechino con lenticchie in crosta di sfoglia: una versione croccante e gustosa della ricetta classica

Lo chef Sebastian Fitarau, in collaborazione con Giallo Zafferano, ha proposto una versione croccante del cotechino con lenticchie.

Quando si avvicina la fine dell'anno, in Italia si rinnova una tradizione culinaria che affonda le sue radici nel passato: il cotechino con le lenticchie. Questo piatto simbolo del Capodanno è carico di significati e superstizioni legate all'augurio di prosperità e fortuna per l'anno nuovo. Secondo l'antica credenza, le lenticchie simboleggiano abbondanza e ricchezza: la loro forma rotonda e piatta ricorda infatti delle piccole monete. Mangiare questo piatto a Capodanno è considerato un augurio per un anno nuovo pieno di benessere economico e fortuna.

Oltre al suo valore simbolico, il cotechino con le lenticchie è anche un piatto con importanti proprietà nutritive. Le lenticchie sono una fonte eccellente di proteine vegetali, fibre, ferro e micronutrienti essenziali, rendendole un alimento salutare per il cuore e per la salute generale. Il cotechino, pur essendo più ricco in termini di grassi, apporta proteine e contribuisce a rendere il piatto gustoso e soddisfacente. Insomma, sulla tavola di Capodanno, quando scocca la mezzanotte, non può mancare un assaggio di cotechino con le lenticchie. Per rendere più dinamica una tradizione gastronomica abbastanza monotona, però, potete provare a cucinare questa versione dello chef Sebastian Fitarau.

Cotechino con lenticchie in crosta di sfoglia: una versione croccante e gustosa della ricetta classica
Il cotechino con le lenticchie è un must del cenone di Capodanno

Cotechino con lenticchie in crosta di sfoglia: la ricetta

Lo chef Sebastian Fitarau ha proposto questa sua rivisitazione in collaborazione con Giallo Zafferano. Ecco quali sono gli ingredienti necessari per questa ricetta:

  • Pasta brisé 230 gr
  • Cotechino precotto 500 gr
  • Lenticchie 150 gr
  • Carote 1
  • Cipolle 1
  • Sedano 1 costa
  • Rosmarino 2 ragazzi
  • Spinaci 100 gr
  • Olio extravergine d’oliva 2 cucchiai
  • Burro 1 cucchiaio
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Brodo vegetale q.b.

Per spennellare la sfoglia, invece, sono necessari della panna fresca liquida e 1 tuorlo. Iniziamo questa esperienza culinaria con il cotechino, che va cotto seguendo le istruzioni sulla confezione. Mentre il cotechino cuoce, ci dedichiamo alla preparazione del soffritto, che sarà la base del piatto. In una padella riscaldata con un filo d'olio, soffriggiamo delicatamente un trito di cipolla, carote e sedano. Quando il soffritto è pronto, aggiungiamo le lenticchie. Le cuociamo aggiungendo gradualmente il brodo, un passo alla volta, per assicurarci che assorbano tutti i sapori. Durante la cottura, uniamo foglie di alloro per un tocco di freschezza e aggiustiamo di sale. Quindi, passiamo agli spinaci, che sbollentiamo brevemente per poi tritarli finemente. Questi verranno utilizzati per creare un letto accogliente sulla sfoglia stesa. Sopra gli spinaci, adagiamo il nostro cotechino cotto, avvolgendolo con cura nella sfoglia e sigillando i bordi per mantenere all'interno tutti i succosi aromi. Prima di infornare, spennelliamo la superficie con un mix di uovo sbattuto e panna, aggiungendo un pizzico di sale. Cuociamo il tutto in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 30 minuti, fino a quando la crosta diventa dorata e croccante.

Il risultato finale è una sinfonia di sapori e consistenze: il cotechino caldo e speziato, avvolto in una crosta dorata, servito su un letto di lenticchie morbide e aromatiche. Tagliato a fette e presentato in tavola, questo piatto non è solo un delizioso boccone, ma anche un simbolo di buona fortuna per l'anno nuovo che sta per iniziare.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giallozafferano (@giallozafferano)

LEGGI ANCHE: Fregola cozze e broccoletti, l'insolita e deliziosa ricetta di Max Mariola adatta per Natale o Capodanno